Breaking news
Sabato, 22 Luglio 2017
CROCIERE A TARANTO. Lunedì il quarto approdo della Thomson Spirit 

Alla canna dell'Akra-gas

Calcio
Typography

Arriva contro l’Akragas la prima sconfitta, in campionato, della gestione Ciullo: il Taranto perde malamente contro la formazione siciliana che viola lo “Iacovone” con il risultato di 2-0. Sul risultato finale, stabilito dalle realizzazioni di Cocuzza e Coppola, pesano i due infortuni subiti nel primo tempo da Altobello (prima) e Pambianchi (poi)


IL MATCH – Formazione tipica per mister Ciullo: 4-3-3 con l’inserimento di Som dal primo minuto al posto di Pambianchi. Pirrone recupera e viene schierato al centrocampo insieme a Nigro e Maiorano con il tridente Viola-Magnaghi-Potenza. Undici annunziato anche per mister Di Napoli, con Cocuzza che vince il ballottaggio con Leveque. Al 3’ di gioco il Taranto va subito vicinissimo al vantaggio: cross di Som, colpo di testa di Magnaghi che prende la traversa. Poi Stendardo, da un metro, manda alto a porta vuota.  Al 6’ si fanno vedere gli ospiti con un tiro dai 20 metri di Longo: la sfera, però, termina fuori. Due minuti dopo ancora Akragas pericoloso: la retroguardia ionica sbaglia la tattica del fuorigioco, Coppola pesca bene Klaric che, con un diagonale da distanza ravvicinata, calcia alto oltre la traversa. I siciliani prendono coraggio: al 14’ Potenza perde la sfera a centrocampo innescando il contropiede di Longo. La conclusione, però, viene bloccata da Maurantonio. Un minuto dopo l’episodio che cambia il match: Pirrone atterra, in area di rigore ed in maniera molto decisa, Klaric. Il direttore di gara non ha dubbi: calcio di rigore che viene trasformato da Cocuzza per il vantaggio dei biancazzurri. Al 18’ la prima tegola per Ciullo: si fa male Altobello che viene rilevato da Pambianchi. Il clima si scalda, con i rossoblù che reclamano due rigori per interventi dubbi nell’area di rigore siciliana ma il direttore di gara lascia proseguire il gioco, con Maiorano che viene ammonito per proteste. Al 24’ diagonale di Potenza ma la sfera esce fuori di pochissimo. Al 31’ si fa male anche Pambianchi, al suo posto Magri. Dopo tre minuti di recupero, si va al riposo con l’Akragas in vantaggio.
I rossoblù tornano dalla pausa e costruiscono subito la prima azione pericolosa: al 48’ assist di Maiorano per Viola con la palla che va di poco fuori. Al 57’ ci prova Magri di testa ma la sfera termina sul fondo. Due minuti più tardi il raddoppio dell’Akragas: traversone dalla sinistra di Palmiero, la sfera termina a Coppola che, indisturbato, stoppa e trafigge Maurantonio con il diagonale del 2-0. Il tecnico tarantino si gioca l’ultima carta: dentro Cobelli per Pirrone. Il Taranto, però, fatica a rendersi pericoloso ed a creare delle occasioni per riaprire il match: gli uomini di Di Napoli sono bravi ad addormentare il match e rischiano, addirittura, di realizzare il tris con un sinistro dal limite che sfiora l’incrocio dei pali quando manca un quarto d’ora allo scadere del match. Al 78’ ci provano prima Cobelli e poi Magnaghi ma le conclusioni non impensieriscono l’estremo difensore Addario. Al minuto 83 ancora Magri pericoloso per gli ionici: il difensore raccoglie un traversone di Som che gira, di testa, verso la porta difesa da Addario ma la sfera termina di poco a lato. Il match si avvia verso gli sgoccioli. Non servono a nulla i tre minuti di recupero assegnati dall’arbitro: l’Akragas viola lo Iacovone per 2-0 ed interrompe la serie positiva dei rossoblù che durava da ben quattro giornate. Il Taranto, adesso, si ritrova in 15^ posizione: sarà fondamentale l’esito della sfida tra Matera e Reggina per sancire il ritorno (o meno) dei rossoblù nella zona play-out. Domenica prossima gli ionici saranno di scena allo stadio “San Filippo” di Messina in una sfida-salvezza da non sbagliare.
Tabellino
Campionato di Lega Pro, Girone C – 10^ Giornata di Ritorno (Domenica 12/03/2017)
Taranto – Stadio “Erasmo Iacovone”
TARANTO-AKRAGAS 0-2
Reti: pt 16' Cocuzza (rig.) (AK); st 14' Coppola (AK)
TARANTO (4-3-3): Maurantonio; De Giorgi, Altobello (18' pt Pambianchi, 32' pt Magri), Stendardo, Som; Maiorano, Pirrone (15' st Cobelli), Nigro; Viola, Magnaghi, Potenza. A disp.: Pizzaleo, Sampietro, Russo V., Balzano, Emmausso, Di Nicola, Contini, Cecconello. All.: Salvatore Ciullo.
AKRAGAS (3-5-2): Addario; Mileto, Riggio, Thiago; Coppola, Palmiero, Bramati, Longo, Sepe; Klaric (45' st Russo G.), Cocuzza (39' st Leveque). A disp.: Sarcuto, Caternicchia, Privitera, Tardo, Rotulo. All.: Raffaele Di Napoli.
Arbitro: Aristide Capraro di Cassino (Claudio Cantiani di Venosa – Michele Pizzi di Termoli)
Ammoniti: Maiorano (TA); Sepe (AK)
Espulsi: /
Corner: 9-1
Recupero: pt 3', st 3'
Note: Gara giocata alle ore 14:30; Spettatori circa 3000.