Torna il calcio giocato

Calcio
Typography

Esordio a Nardò per il Taranto di mister Cozza. La gara di Coppa Italia, in programma domenica 20 agosto, avrà inizio alla ore 17.00

Domenica 20 agosto è finalmente il giorno del calcio giocato. Mai come in questa pre-stagione agonistica le parole, tante, lasceranno, vivaddio, spazio e attenzioni alla palla che rotola. L’esordio del Taranto in Coppa Italia contro il Nardò si porterà sulle spalle il peso di tutto quello che è stato rappresentato nell’ambiente rossoblù (piazza, società, stampa, squadra) dal giorno della retrocessione ad oggi.  Troppo forte è stato lo choc, troppo forti e spinte ogni ragionevole logica, le reazioni.
Alla squadra il compito di riportare il tutto nell’ambito prettamente sportivo delle questioni attualmente sul banco. Una Società indigesta ai gruppi organizzati, croce e delizia del tifo rossoblù; una stampa ostacolata, per le pretese sollevate dal media partner e illegittimamente approvate dalla società con delle direttive a dir poco discutibili, non allineate alle norme vigenti sull’informazione; un’area tecnica che per fortuna riesce ancora a difendere con le unghia e con i denti la sua autonomia, impegnata com’è ad escludersi dal contesto per portare acqua al mulino dei risultati. Quelli che, nella realtà nuda e cruda del Calcio, sono l’indiscussa, ineguagliabile, efficace panacea di tutti i mali.
IL CALCIO GIOCATO – Nardò-Taranto si gioca domenica 20 agosto alle ore 17:00 presso lo stadio “Giovanni Paolo II” di Nardò, in assenza di spettatori residenti nella provincia di Taranto. Occasione ghiotta per tutti i tarantini fuori sede che, ancora in vacanza nella loro città d’origine, potranno seguire i propri nuovi beniamini, approfittando di una carta d’identità fuorviante. Non saranno certo loro a creare problemi di ordine pubblico nella città salentina. Il Nardò si allena sotto la nuova guida tecnica affidata a Roberto Taurino, da poco più di quindici giorni. I granata sono nel bel mezzo di un cantiere aperto ma basta leggere il nome degli avversari per sviluppare adrenalina sufficiente a creare più di un grattacapo ai dirimpettai più accorsati e soprattutto più in forma, visto che si allenano da più tempo ed hanno già nelle gambe ben quattro gare amichevoli di non poco conto. Se l’allenatore brindisino di nascita seguirà le indicazioni ed i metodi acquisiti durante la collaborazione con il grande Antonio Calabro, punterà su un 3-4-3, molto vicino al quello disposto in campo nella recente amichevole contro il Novoli: Mirarco; Cassano ‘97, Schiavino, Caporale; Alessio Palmisano, Gigante, Bertacchi, Bolognese ‘99; Gaetano Palmisano ‘99, Cavaliere ‘99, Balistreri.
Il Taranto, nonostante le assenze dovrebbe rimanere fedele al collaudato 4-3-3 spinto, con Spataro ’99; Bilotta ’99, Milizia ’97, Corso, Cacciola ’98; Savanarola, Lorefice, Crucitti; Aleksic, Pera, Ancora.
LA PARTITA – La gara sarà arbitrata dal sig. Giorgio Piacenza di Bari, assistito da Dario D’Onofrio di Busto Arsizio e Riccardo Pintaudi della sezione di Pesaro. In caso di parità al termine dei 90’ regolamentari si stabilirà la squadra vincente attraverso i calci di rigore.
LA FORMULA DELLA COPPA ITALIA – Il 20 agosto si gioca il turno preliminare che comprende 47 gare. Il primo turno si giocherà domenica 27 agosto, quando la vincente tra Nardò e Taranto affronterà il Manfredonia in gara unica.
COSMOPOLISMEDIA – La nostra testata giornalistica seguirà da Nardò la partita del Taranto con servizi e foto realizzati direttamente dalla città neretina.