BREAKING NEWS
Domenica, 22 Ottobre 2017
"Wind day. Libertà negate ai cittadini, un favore agli inquinatori". Domani dalle 10.30 alle 12.30 sit in di protesta, organizzato dai "Genitori Tarantini",  sotto la Prefettura

Cambia il Regolamento, ma CosmoPolis resta fuori dallo Iacovone

Calcio
Typography

Neanche l'intervento della Lega Nazionale Dilettanti, con conseguente modifica delle norme per l'esercizio della cronaca sportiva, consente al nostro collaboratore, Ninni Cannella, di entrare allo stadio questo pomeriggio per poter svolgere il suo lavoro. Siamo l'unica testata della città a rimanere "fuori" dall'impianto del rione "Salinella". Così il giornalismo libero muore, nell'indifferenza dei più

La Lega Nazionale Dilettanti, anche in relazione agli “inconvenienti” occorsi in precedenza a Giovanni Sebastio e Ninni Cannella ai quali era stato negato, dalla Società del Taranto, in occasione della gara interna con l’Aversa Normanna l’accredito stampa, ha provveduto a modificare le disposizioni previste dal “Regolamento per l’esercizio della cronaca sportiva per la stagione 2017/18” pubblicato con Comunicato Ufficiale n.7 del 4 agosto 2017. Con il successivo Comunicato Ufficiale n. 24 del 15 settembre 2017 ha pubblicato la modifica del 6° capoverso che annulla il precedente (sempre dell’articolo 7). “La Società potrà negare l’accredito laddove l’ingresso dei giornalisti, personale tecnico e/o attrezzature di registrazione e ripresa risulti pregiudizievole per l’ordine pubblico e/o per il regolare svolgimento della Gara sulla base di quanto comunicato dall’Autorità Giudiziaria di Pubblica Sicurezza.”
Non risulta, in riferimento a quanto sopra, che le Autorità territoriali preposte abbiano mai espresso parere negativo all’accesso del nostro collaboratore Ninni Cannella ritenendo la sua presenza allo stadio pregiudizievole all’ordine pubblico. Né che lo stesso, in tanti anni di onorata carriera, prima da fotografo e poi da pubblicista (regolarmente iscritto all’albo), sia mai stato fomentatore di disordini. Tantomeno soggetto incline alla violenza nel corso di una partita di calcio..
A dispregio di ogni norma e regolamento in vigore, però, anche in occasione della prossima gara che si disputerà allo stadio Iacovone, tra la squadre del Taranto e della Sarnese, Elisabetta Zelatore, squalificato presidente del club ionico, ha negato al signor Cannella la possibilità di esercitare la propria professione. Non gli stato concesso, per la seconda volta, il richiesto accredito stampa. Le motivazioni sono le medesime. Capziose e nocive alla reputazione del nostro inviato che viene nuovamente indicato come persona “pericolosa” per l’ordine pubblico.
Non ci vogliamo soffermare sulle conseguenze legali che avrà la decisione assunta dalla Società. Questore e Presidente della Lega Nazionale Dilettanti saranno debitamente relazionati sull’accaduto. Prendiamo solamente atto dell’atteggiamento discriminatorio tenuto dalla attuale dirigenza del Taranto. Una vera “schifezza” che calpesta i diritti alla comunicazione della nostra testata e disonora, nella persona e nella professione, il nostro collaboratore. Che deturpa l’immagine del calcio tarantino. Che dimostra come il duo (Zelatore Bongiovanni) abbia deciso di accompagnare a fine ingloriosa i colori rossoblù.