BREAKING NEWS
Domenica, 22 Ottobre 2017
"Wind day. Libertà negate ai cittadini, un favore agli inquinatori". Domani dalle 10.30 alle 12.30 sit in di protesta, organizzato dai "Genitori Tarantini",  sotto la Prefettura

Taranto, terza sconfitta di fila. Zelatore e Bongiovanni giunti al capolinea?

Calcio
Typography

Ancora una sconfitta per i rossoblù ai quali non sono bastate le prime cure di Cazzarò per guarire da un inizio campionato tutto ombre e poche luci. La scossa data alla squadra non ha fornito l’elettrochoc auspicato e l’appuntamento con la rinascita deve essere ancora una volta rimandato

LA CRONACA – PRIMO TEMPO: Inizio ad handicap per i rossoblù che al pronti-via sono già sotto di uno dopo 19” netti. Il primo cross della gara è preda di Iannini che di testa insacca lo stupito Spataro.  Il Taranto subisce la botta e si riprende solo al 21’ quando la punizione di Lorefice va sulla testa di Aleksic ma Abagnale para. Al 23’, però, il Cerignola che nel frattempo senza strafare ha gestito sornione la contesa, trova il raddoppio. Adamo crossa rasoterra e Montaldi trova il tocco magico che mette fuori causa ancora una volta Spataro. Si fanno ancora pericolosi i dauni con Gambino di testa. La palla finisce alta. Al 32’ una telefonata di Montaldi viene bloccata bene dal portierino. La prima frazione si chiude al 44’ con Giorgio che da fuori prova a trasformare il suggerimento dell’esordiente Li Gotti.

LA CRONACA – SECONDO TEMPO: La ripresa inizia in chiave tarantina, prima con Crucitti al 13’ e dopo al 15’ con Giorgio. Al 18’ finalmente una bella azione corale con protagonisti Pera, Ancora e Crucitti che non trova il tap-in vincente. Al 29’ il tiro velenoso di Ancora meriterebbe altra gloria ma è Abbagnale che si immola e salva la sua porta. Al 34’ Crucitti, molto attivo ed inspiegabilmente partito dalla panchina, invita Tandara che non aggancia. Ultimi squilli del Taranto, al 38’ con Lorefice dalla distanza ed al 44’ Galdean chiude praticamente la partita che termina con la terza sconfitta del Taranto su quattro partite giocate.

SPOGLIATOI: Farina, allenatore del Cerignola: “Avevo visto le partite precedenti del Taranto ed in tutte le occasioni mi aveva dato l’idea che avrebbe in generale meritato di più. Di certo noi siamo stati agevolati dal gol a freddo, ma la mia squadra è abituata a stare sempre all’erta da un anno e mezzo ad oggi. Ho ragazzi abituati a qualsiasi sfida.
Pollidori, centrocampista del Cerignola: “Il Taranto mi ha fatto un'ottima impressione, ma si nota che non sono sereni. Purtroppo si sa che in una piazza delusa che ha sete di vittoria i calciatori sono i primi ad avere voglia di dimostrare la loro voglia di risalita”.

Cazzarò, allenatore del Taranto:” C’è da lavorare ancora e la società mi è molto vicina in tutto e per tutto. Questa squadra ha bisogno di ritrovare serenità”.
Chiude Miale che ha parole da saggio: “ Mi chiedete cose che riguardano la tattica, ma qui il problema è mentale. Non è importante se prendi gol e come lo prendi. Dall’inizio della nostra stagione è successo di tutto e spero solo che tutte le componenti trovino il modo di riunirsi. Fare gruppo non è solo uno slogan, è importante per tutti noi ritrovarci perché se siamo stati scelti per indossare questa maglia ci sarà un motivo e quindi dentro di noi dobbiamo trovare il modo di riprendere il cammino. Io in carriera i campionati li ho vinti anche con delle false partenze. Uniti si può”.

CERIGNOLA-TARANTO 2-0

Reti: pt 1’ Iannini, 23’ Montaldi.

CERIGNOLA (3-5-2): 22 Abagnale ‘98; 20 Ciano, 4 Pollidori, 5 Dellino ’97 (47’st 6 Ngom); 69 Benvenga, 8 Iannini, 14 Vicedomini (40’st 10 Marinaro), 30 Russo ‘99, 63 Adamo ’98 (14’st 2 Cappellari ’98); 11 Montaldi (28’st 7 Morra), 99 Gambino (20’st 9 Longo).
N.e.: 12 Maraolo, 16 Portaccio, 32 Di Cillo, 94 Varsi.
All. Francesco Farina

TARANTO (3-4-3): Spataro ‘99; 21 Miale, 4 Corso, 5 D’Aiello (4’st 8 Crucitti); 7 Giovannini (12’st 2 Milizia ’97), 15 Lorefice ’98 (42’st 27 Palumbo ’98), 89 Galdean, 97 Li Gotti ‘97; 33 Giorgio ’98 (24’st 18 Tandara ’98), 28 Pera, 11 Aleksic (12’st 10 Ancora).
N.e.: 1 Pellegrino, 24 Rizzo, 19 Pantò, 13 Bilotta.
All. Michele Cazzarò.

AE: Sajmir Kumara, Verona VR.
A1: Antonio Marco Vitale, Ancona AN.
A2: Fabrizio Aniello Ricciardi, Ancona AN.

Note:
Espulsi:
Ammoniti:
Calci d’angolo:
Recupero: pt; st

SERIE D GIRONE H –RISULTATI 5^GIORNATA – Dom 24 settembre 2017.
Altamura-Cavese 1-2
Aversa Normanna-Gragnano 2-2
Cerignola-Taranto 2-0
Francavilla in Sinni-Picerno 2-3
Frattese-Turris 0-1
Pomigliano-Nardò 2-0
Potenza-Manfredonia 7-0
San Severo-Gravina 0-2
Sarnese-Fulgor Molfetta 5-0

CLASSIFICA: Potenza 12; Gravina, Picerno, Sarnese 10; Altamura 9; Cerignola, Cavese, Turris 7; Pomigliano 5; Frattese, Nardò 4; Taranto 3; Fulgor Molfetta, Francavilla in Sinni, Aversa Normanna 2; San Severo, Gragnano 1; Manfredonia 0.