Il Taranto sfata il tabù trasferta

Calcio
Typography

I rossoblù approfittano di un Francavilla in crisi e vincono con merito per la prima volta fuori casa. Preoccupa la rosa divenuta numericamente troppo misera

Il Taranto vince a Francavilla sul Sinni e si riprende una buona dose di credibilità. L’avversario di giornata è convalescente ed orfano dell’ex vate Ranko Lazic e del bomber Volpicelli, titolare di sette gol all’attivo in campionato, e nulla pone ad ostacolo della squadra rossoblù alla quale va riconosciuto il grande merito di aver approfittato del contesto favorevole. Cazzarò mette in campo quello che di buono resta della rosa dei disponibili. In pratica c’era solo da decidere a chi affidare il posto-under a centrocampo, stante la conferma prevedibile di Pera a riposo. La scelta ricade su Palumbo e risulta vincente perché il ragazzo, confermato rispetto alla precedente gara contro il Picerno, ripaga la fiducia con un gol “alla Pera”. Sul cross rasoterra di Ancora il giovanotto si inventa un tocco di tacco che sorprende il malcapitato Falcone che nulla può di fronte al colpo di fioretto dell’avversario. La gara si mette bene sulla sponda rossoblù, mentre in contemporanea i locali perdono via via tutte le poche certezze su cui contare e finiscono, minuto dopo minuto con il perdersi inevitabilmente di fronte alla supremazia tecnica e mentale di un Taranto rinato che addirittura esplode nel secondo tempo quando più volte l’attacco ionico entra nelle maglie difensive potentine con la stessa forza di un grissino dentro una scatoletta di tonno. Si festeggia la ritrovata verve degli undici in campo che vede i due dei tre ex tra i rossoblù (l’altro è Rizzo, in panchina) Aleksic e Ancora protagonisti della rete che blinda il definitivo risultato. Si torna da Francavilla sul Sinni con tre preziosi punti e fino alla ripresa degli allenamenti sarà bene godersi il meritato successo, senza dover pensare che il futuro prossimo sarà comunque colmo di dubbi sulla tenuta di un gruppo ridotto all’osso per le già note e descritte fibrillazioni in casa degli jonici. Il Taranto accolga pure la bella vittoria ma si ponga delle domande su quella panchina di oggi composta da 8 under su 9. Su come si è potuti ridursi in queste condizioni e come si potrà andare avanti almeno fino a dicembre, perché non tutte le domeniche si incontreranno squadre in crisi come il Francavilla di oggi.

FRANCAVILLA IN SINNI-TARANTO 0-2

Reti: pt 30’ Palumbo; st 20’ Ancora.

FRANCAVILLA S. (4-3-3): 1 Falcone ’98; 2 Pugliese ’99, 5 Pagano, 6 D’Angelo, 3 Nicolao (16’st 13 Menna ’98); 4 Cimino ’98 (27’st 20 Cassata ’98), 10 Marino, 8 Djuric (4’st 14 Gassama); 7 Bellante ’97 (16’st 19 De Marco), 9 Del Prete (12’st 18 Evacuo), 11 Masini.
N.e.: 12 Alvigini, 15 Castilla, 16 Pesce, 17 Marziale.
All. Pasquale Logarzo.

TARANTO (4-3-1-2): 1 Pellegrino ’98; 13 Bilotta ’99, 21 Miale, 5 D’Aiello, 97 Li Gotti ’97; 4 Corso, 89 Galdean, 27 Palumbo ’98 (41’st 15 Lorefice ’98); 8 Crucitti; 10 Ancora (47’st 18 Tandara ’98), 11 Aleksic (37’st 28 Pera).
N.e.: 22 Spataro, 2 Milizia, 24 Rizzo, 29 Pellegrini, 32 Boccadamo, 33 Giorgio.
All. Michele Cazzarò.

AE: Giuseppe Zuffada, Sulmona AQ.
A1: Amedeo Fine, Battipaglia SA.
A2: Antonio Pizzi, Termoli CB.

NOTE: Spettatori circa 500 con circa 70 tifosi ospiti.
Ammoniti: Cassata FS; Corso, Aleksic TA.
Calci d’angolo: 3-7.
Recupero: pt 0’, st 5’.

SERIE D GIR. H – RISULTATI 8^ GIORNATA
Aversa Normanna-Potenza 0-0
Cerignola-Turris 3-2
Francavilla in Sinni-Taranto 0-2
Frattese-Altamura 0-3
Gravina di Puglia-Nardò 2-2
Picerno-Fulgor Molfetta 1-1
Pomigliano-Cavese 0-1
San Severo-Gragnano 0-2
Sarnese-Manfredonia 1-1

CLASSIFICA GIRONE H DOPO L’OTTAVA GIORNATA
Potenza 22
Cerignola 19
Gravina di Puglia, Cavese, Altamura 16
Picerno 15
Sarnese 13
Pomigliano, Taranto 12
Gragnano 8
Nardò 7
Francavilla in Sinni, Frattese, Fulgor Molfetta 6
Aversa Normanna 5
Turris (-6) 4
Manfredonia 3
San Severo 1

(nella foto di Giorgia Cannella lo splendido colpo di tacco di Palumbo che ha portato in vantaggio il Taranto).