Breaking news
Domenica, 19 Novembre 2017
Santa Cecilia. ll Comune di Taranto e l’Istituto musicale “Giovanni Paisiello” presentano il concerto che si terrà nella sede del Dipartimento jonico

C'è vita su Giove

Calcio
Typography

 

Il Taranto allunga il filotto di vittorie consecutive che con quella odierna ottenuta nel derby casalingo contro il Nardò diventano tre. Il nuovo presidente Massimo Giove bagna con un successo il suo esordio alla guida del sodalizio rossoblù che dovrà continuare a stare al passo delle battistrada per non spegnere mai la fiammella della speranza di rientrare nella corsa al passaggio di categoria

Inizia subito in salita la partita dei leccesi, per l’espulsione immediata dell’ex Balistreri che al 6’ reitera un atteggiamento antisportivo, già sanzionato pochi attimi prima con un giallo e viene segnato da un inaspettato “rosso” che lascia anzitempo i suoi in inferiorità numerica. Il Nardò cerca di organizzarsi al meglio e per più di 20’ controlla i tentativi avversari senza correre rischi, compreso il tiro di Palumbo al 18’su suggerimento di Ancora, che finisce alto oltre la traversa. Al 22’ Palumbo atterra Prinari in piena area e sul successivo calcio di rigore Caporale porta in vantaggio il Nardò. I 10’ successivi segnano un continuo susseguirsi di innocui tentativi rossoblù che si concretizzano al 35’ con il cross preciso di Bilotta che va a beccare la testa di Crucitti che spinge il pallone oltre la linea di porta controllata dal giovane Cavana. Sul  pareggio ritrovato il Taranto si rianima ed al 28’ manca di poco il raddoppio con Corso che in percussione non trova il tap-in vincente. Al 42’ Crucitti gira di collo pieno un rigore in movimento che è deviato miracolosamente in angolo e sul finire la combinazione Ancora-Aleksic non trova la spizzicata giusta dell’attaccante serbo. Nella ripresa si vede Galdean al 4’ ed al 5’con due tiri dalla distanza simili e senza tante pretese. Al 6’ lo stesso regista invece di tentare il tris offre l’assist ravvicinato a Crucitti, colto in offside. Al 13’ Cazzarò imprime al Taranto un’impronta più offensiva. Fuori Galdean, i rossoblù disegnano un 4-3-3 con Corso centrale di centrocampo, Palumbo a destra e Crucitti arretrato di mezza linea a sinistra. In attacco le tre bocche da fuoco di inizio stagione disposti diversamente rispetto ai tempi di Cozza, con Pera a destra, Aleksic centrale ed Ancora alto a sinistra. Al 20’ la punizione precisa  di Crucitti meriterebbe maggior fortuna ma Cavana si supera e devìa in corner. La svolta vincente la inventa bomber Pera che, da attaccante purosangue, non ci pensa un attimo per girare di testa in gol il succoso cross di Bilotta. Fine delle ostilità e basta così, perché il Taranto riesce diligentemente ad ottenere una vittoria che apre la strada ad una serie infinita di buone intenzioni. Prima della gara la società ha annunciato l’acquisto del difensore centrale Daniele Rosanìa, classe 1991, proveniente dal Matelica.

TARANTO-NARDO’ 2-1

Reti: pt 23’ Caporale rig. NA, 35’ Crucitti TA; st 26’ Pera TA.

TARANTO (4-3-1-2): 1 Pellegrino ’98; 13 Bilotta ’99, 21 Miale, 5 D’Aiello, 97 Li Gotti ’97; 4 Corso, 89 Galdean (13’st 28 Pera), 27 Palumbo ’98 (35’st 33 Giorgio ’98); 10 Ancora (28’st 15 Lorefice), 11 Aleksic.

N.e.: 22 Spataro, 2 Milizia, 18 Tandara, 24 Rizzo, 29 Pellegrini, 32 Boccadamo.

All. Michele Cazzarò.

 NARDO’ (3-4-3): 1 Cavana ’97; 2 De Pascalis ’98, 5 Filosa (43’st 17 Cicerello), 3 Scipioni; 6 Versienti (37’st 15 Bertacchi), 8 Capristo ’98 (24’st 19 Palmisano G. '99), 4 Bolognese ’99 (37’st 18 Cavaliere ’99), 11 Caporale; 7 Palmisano A., 10 Prinari (11’st 20 Agodirin), 9 Balistreri.

N.e.: 12 Mirarco, 13 Cassano, 14 Trinchera, 16 Mangione.

All. Roberto Taurino.

 

AE: Daniele Perenzoni, Rovereto TN.

A1: Dario De Cristofaro, Rovereto TN.

A2: Maicol Ferrari, Rovereto TN.

 

NOTE: Rispettato 1’ di riflessione in memoria della persecuzione degli ebrei ai tempi della dittatura tedesca.

Spettatori circa 1600, dei quali 851 abbonati e 870 paganti al botteghino. Incasso non comunicato.

Espulsi: Balistreri NA, al 6’pt per reiterato comportamento antisportivo.

Ammoniti: Balistreri NA, Miale TA, Li Gotti TA, Filosa NA, Caporale NA, Corso TA.

Calci d’angolo: 10-1.

Recupero: pt 0’, st 4’.

 

SERIE D GIRONE H – RISULTATI 9^ GIORNATA

 

Altamura-Sarnese 2-0

Aversa Normanna-Cerignola 1-2

Cavese-Picerno 1-0

Fulgor Molfetta-Frattese 3-2

Gragnano-Gravina 1-2

Manfredonia-Francavilla in Sinni 2-2

Potenza-Pomigliano 4-1

Taranto-Nardò 2-1

Turris-San Severo 0-0

 

CLASSIFICA SERIE D GIRONE H

 

Potenza 25

Cerignola 22

Gravina, Altamura, Cavese 19

Picerno, Taranto 15

Sarnese 13

Pomigliano 12

Fulgor Molfetta 9

Gragnano 8

Nardò, Francavilla in Sinni 7

Frattese 6

Aversa Normanna, Turris 5

Manfredonia 4

San Severo 2