14
Ven, Dic

Alza il Volume

Alza il Volume

Calcio

Via al mercato di riparazione con Favetta e Giannotta. "Sliding doors" in casa Taranto. Tra arrivi e partenze, da qui al 15 dicembre, lo spogliatoio degli jonici diventerà un porto di mare. Per un bomber in entrata, potrebbe partire Manuel Pera. Scoppetta al Francavilla in Sinni, ma le uscite saranno numerose

Si apre oggi la finestra di mercato dei campionati dilettanti, che si protrarrà fino alle ore 19:00 del 15 dicembre prossimo. E da oggi possono essere ufficializzati gli accordi chiusi in gran segreto, ma non troppo, tra squadre e calciatori che si erano dichiarati amore eterno ad agosto, salvo poi separarsi, in qualche caso senza neanche un saluto, dopo appena tre mesi di convivenza. E’ il calcio, signori, con le sue dinamiche fatte di pochi sentimenti e di tanti interessi personali, senza distinzione tra le parti. Sono ondivaghi i presidenti, sono inaffidabili i calciatori, o viceversa. La somma o il prodotto non cambia. Al cronista non resta che elencare pedissequamente entrate ed uscite. Gli inglesi farebbero riferimento alle “sliding doors”. Anche in casa Taranto, da oggi il responsabile dell’area tecnica Luigi Volume (nella foto di Giorgia Cannella) ha facoltà di ufficializzare gli accordi conclusi ieri con il centravanti napoletano Ciro Favetta, proveniente dalla Sarnese, dove nel medesimo girone dei rossoblù ha già messo a segno 9 reti e del difensore tarantino di nascita e di percorso calcistico, Alessio Giannotta, classe 1998, di rientro dal trasferimento temporaneo al Gelbison Cilento. A fronte di due entrate, da aggiungersi ai tre svincolati già arrivati nei giorni scorsi (Rosanìa, Diakite e Capua, oltre a Pizzaleo recuperato) le uscite da Casa Taranto da qui a metà dicembre saranno diverse, come quella di Francesco Rizzo, già rientrato a casa in cerca di maggiori fortune, ben diverse dalla interminabile serie di “panchine” collezionate in rossoblù, o come Manuel Pera che potrebbe lasciare i compagni anche in giornata. Per lui nessun problema di accasamento. Lo cercano da Lecco a Gela, ed in ogni caso dovunque andrà farà quella differenza che solo in riva allo Ionio non è riuscito a fare, per motivi che sfuggono anche ai più scafati uomini di calcio. Peccato perché il bomber lucchese era arrivato a Taranto con tanta voglia di far bene. Quel numero 28 sulle spalle, ora si può svelare, era il suo obiettivo di reti per questa stagione. A proposito di uomini in partenza è ufficiale il passaggio di Salvatore Scoppetta al Francavilla in Sinni. Ma sulla via già intrapresa dagli altri Dorato, Palumbo, Giovannini, Savanarola, Pantò, Di Lollo, si apprestano ad avviarsi altri che hanno compreso che da queste parti ci sarebbe un futuro ricco di fastidiose “panchine & tribune”. Anche qui la lista è ben lunga: Cacciola, Milizia, Pellegrini, forse anche Tandara. E’ il calcio dei dilettanti, signori. Ad agosto tutti amici, a dicembre…arrivederci e, solo in qualche caso, grazie.