Il Taranto torna in campo

Calcio
Typography

Ferie finite anche nel Calcio. Parte da Aversa un girone di ritorno che con una gestione attenta e lungimirante potrebbe dar vita a sane fondamenta per i prossimi anni. Competenze permettendo

Vacanze e festività finite per tutti da lunedi, un giorno prima per il calcio di serie D e quindi anche per il Taranto che è partito alla volta di Aversa, nel Casertano, laddove inizierà il girone di ritorno di un campionato che in casa rossoblù potrebbe ragionevolmente aver già chiuso la sua finestra sulla Lega Pro, ma che per una lunga serie di motivi va giocato con impegno fino all’ultima delle prossime diciassette partite in programma. Si riparte dalla Campania, in continuità logistica con l’ultima partita giocata all’andata. Quella che a Torre del Greco contro la Turris si è chiusa con una vittoria che ha concesso serenità ed una buona dose di buonumore utili ad affrontare la noiosa fase invernale dei richiami di preparazione. Si riparte dai 29 punti e dal quinto posto in classifica maturati al termine della prima fase del torneo. Punti e posizione che garantiscono una serena gestione a scanso di rischi funesti, utili per proiettarsi in un serio lavoro di programmazione societaria. Nella struttura dirigenziale e nell’area tecnica, chiamata a programmare sin da subito la prossima stagione, alla ricerca di soluzioni che garantiscano un campionato di vertice nella prossima stagione e congrui investimenti da destinare alla nascita ex novo di un settore giovanile che continua a vivere di interventi a pioggia scarsamente coordinati e pressoché inutili in termini di rendimento.
In questo quadro che, interpretato a dovere, può rappresentare la grande svolta mentale, etica e caratteriale del Calcio tarantino, si gioca tra poche ore in casa dell’Aversa Normanna, classifica alla mano, compagine tra le più bisognose di punti-salvezza. La reazione delle due contendenti alla variabile indefinita ed indefinibile della sosta natalizia sarà il fulcro di una leva delle motivazioni che si sposterà verso Caserta o verso Taranto, a seconda della voglia che le due squadre metteranno in campo.
Michele Cazzarò, che nelle ultime ore ha salutato il baby portiere Luigi Spataro, girato alla Vibonese, via Catania, dovrà scegliere gli undici da mandare subito in campo tra i 21 convocati scelti, tra i quali fa il suo esordio-premio il giovane attaccante Gianni Gatto, classe 2000, proveniente dalla juniores di Alfredo Paradisi.

Ecco la lista dei rossoblù per l’Aversa Normanna:
Cristiano Ancora 1985
Andrea Bilotta 1999
Stefano Boccadamo 1999
Gabriele Cacciola 1998
Giuseppe Capua 1992 (ex di turno)
Stefano D’Agostino 1992
Francesco D’Angelo 1990
Adama Diakite, 1993
Ciro Favetta, 1994
Marian Galdean 1989
Giovanni Gatto 2000
Alessio Giannotta 1999
Kevin Giorgio 1998
Mauro Gori 1992
Francesco Li Gotti 1997
Oscar Eugenio Lorefice 1998
Massimiliano Marsili 1987
Claudio Miale 1982
Paolo Pellegrino 1998
Pierluca Pizzaleo 1997
Daniele Rosanìa 1991

L’Aversa Normanna non ha ufficializzato la propria lista dei convocati. Pratica che non apprezziamo, da qualsiasi società venga applicata. Ci dispiace, sicuri che la società ospitante saprà farsi perdonare con la sua proverbiale ospitalità da noi spesso personalmente apprezzata.