Il Taranto vince e si diverte

Calcio
Typography

La Campania è generosa e cede sei punti in due trasferte consecutive. Il portierino avversario salva l'Aversa dalla manita rossoblù

Il Taranto vince, per la seconda volta consecutiva in trasferta, la partita contro l’Aversa Normanna, relegata nei bassifondi della classifica, alla disperata ricerca di punti salvezza. Michele Cazzarò conferma il cambio del modulo che appare ormai definitivo, disegnando sull’erba naturale dell’”Augusto Bisceglia” un 4-2-3-1, adattato ad una gara in trasferta, laddove sulla linea degli incursori preferisce schierare a destra Lorefice, cursore di centrocampo, al posto di una pedina più offensiva, come poteva essere, ad esempio il coetaneo Kavin Giorgio. Soluzione che potrà più verosimilmente attuarsi in gare a priorità più offensiva, come quelle casalinghe. La scelta non ha comunque tolto all’undici rossoblù brillantezza in attacco, forte di un inizio a spron battuto che a ventidue minuti dal primo fischio aveva già fruttato il doppio vantaggio. Sugli scudi la notevole densità operativa elaborata da Ancora e D’Agostino e finalizzata con tempismo e cinismo da bomber Favetta, titolare di giornata e cannoniere ritrovato.
Di lì alla fine l’Aversa non è stato a guardare. Ha anche tentato dei generosi tentativi di recupero che hanno prodotto solo un legno colpito. Il Taranto, nonostante i ritmi siano calati nella ripresa, ha tentato più volte di chiudere i giochi alla ricerca del terzo gol, ma la giornata eccezionale del giovane portiere Granata e la sfortuna degli avanti ionici hanno tenuto il risultato congelato sul doppio vantaggio rossoblù, comunque rassicurante. Il campionato del Taranto continuerà con il prossimo impegno casalingo che vedrà scendere in campo allo “Iacovone” il sorprendente Altamura. Gara da affrontare in tutta serenità, con la forza di una squadra che scende in campo senza pensieri di classifica, in un percorso di programmazione del futuro prossimo, con il piacere di offrire al proprio pubblico uno spettacolo piacevole.


AVERSA NORMANNA-TARANTO 0-2

Reti: pt 16’, 22’ Favetta.

AVERSA N. (4-4-2): 1 Granata ‘97; 2 Gala (26’st 19 Passariello ’97), 5 Gargiulo ‘00, 6 Pezzella, 3 Nicolao (46’st 14 De Muto ‘97); 11 Guillari ’97 (29’pt 15 Ventola ‘97), 4 Moretta ’98, 8 Romano (39’st 20 Di Prisco), 7 Scognamiglio ’98; 9 Varriale, 10 Giacobbe.
N.e.: 12 Barbato, 13 Sozio, 16 Cozzolino, 17 Ritieni, 18 Giordano.
All. Antonio Marasco.
TARANTO (4-2-3-1): 1 Pellegrino ’98; 13 Bilotta ’99, 21 Miale (29’st 5 D’Angelo), 16 Rosanìa, 97 Li Gotti ’97; 18 Marsili, 89 Galdean; 15 Lorefice ‘98, 8 D’Agostino, 10 Ancora (41’st 92 Capua); 94 Favetta (30’st 9 Diakite).
N.e.: 99 Pizzaleo; 6 Giannotta, 32 Boccadamo, 24 Gatto, 33 Giorgio.
All. Michele Cazzarò.

AE: Emanuele Frascaro, Firenze FI.
A1: Emanuele De Angelis, Roma 2 RM.
A2: Mattìa Bartolomucci, Ciampino RM.

NOTE: Spettatori circa 300, con buona rappresentanza di tifosi ospiti.
Ammoniti: Pezzella (6^ammonizione), Romano (1^) AN; Bilotta (3^), Rosanìa (3^), Li Gotti (4^d), Galdean (3^) TA.
Calci d’angolo: 5-5.
Recupero: pt 3’; st 4’.