Breaking news
Giovedì, 26 Aprile 2018
Droga. Deteneva 8 confezioni di Suboxone. Denunciato pregiudicato.

Il Taranto si ferma contro la Frattese

Calcio
Typography

In terra campana prevalgono le necessità di classifica della terz'ultima. D'Agostino e compagni non peccano sul piano delle motivazioni ma perdono una gara di ordinario calcio giocato. Nessun processo e sguardo dritto al futuro remoto della società

Si ferma a Mugnano contro la Frattese la striscia di undici risultati positivi del Taranto. I campani approfittano della più collaudata abitudine alle misure ridotte ed al sintetico spartano dell’”Alberto Vallefuoco” per spostare dalla loro parte l’intera posta in palio. Agli uomini di Antonio Maschio è bastato metterci un po’ di vigorìa ai limiti della decenza per giungere a quei tre punti che, classifica alla mano, valgono tanto oro quanto pesano. Il riferimento ai sistemi spicci dei nero stellati non è campato in aria, ma trova valide conferme nel curriculum dei tre ammoniti di giornata. Della Monica e Odierna hanno oggi assaporato il sesto giallo di  stagione. Meglio ha fatto Bosco che ha raggiunto quota 8, come, ad onor di cronaca, il tarantino Rosanìa, che anche oggi non è riuscito a risparmiarsi la menzione speciale sul taccuino dell’arbitro.Complimenti alla Frattese che ha fatto di necessità  virtù ma nessun processo si apra a carico di Miale e compagni. In un frangente di campionato dove gli obiettivi stagionali, ripuliti di quei motivi futili, utili solo a inventarsi una ragione per scendere in campo, come ad esempio, il miglior piazzamento in griglia playoff, una sconfitta, che passa anche dalla giornata storica vissuta dal portiere locale, Giovanni Patella, autore di una prova assolutamente entusiasmante per lui e per la sua squadra, ci può stare senza che possa far gridare allo scandalo. E’ il risultato di una giornata di ordinario Calcio, nella quale può anche accadere che non tutto vada come vorresti. La sconfitta, per come è giunta, non può e non deve aprire processi. Non serve e non cambia il giudizio sul campionato dei rossoblù che, nella componente tecnica, ha sempre percorso un tragitto in linea con la propria forza, in relazione ad un campionato che, per una stagione intera, l’ha vista interprete di un copione da  protagonista ma non da principale interprete.

Ora sta al Taranto, intesa come entità tutta, vivere le ultime sei gare di campionato con tranquillità e con quella forza dei nervi distesi che potranno portare alla classifica solo utili benefici. La prossima imminente partita contro la Fulgor Molfetta si presterebbe, ad esempio ad un sano turn over e quella successiva interna contro la Cavese non ha più le caratteristiche della “partita della vita”. Consolidare i progetti futuri ed il rapporto con la parte sana della tifoseria, quella che non mette becco  nelle decisioni societarie, ma si limita solo a decidere di tifare o non tifare. Questi restano gli obiettivi dell’ennesima stagione vissuta sull’altalena. Smettere di oscillare e posare i piedi per terra, senza perdere l’equilibrio. Ecco. Questo sì che sarebbe un buon risultato a fine stagione.


FRATTESE-TARANTO 1-0
Rete: st 12’ Odierna
 
FRATTESE (4-3-1-2): 1 Patella ’97; 2 Adamo ’99, 4 Cassandro, 3 Della Monica ’99, 6 Bosco; 5 Paudice ’97 (8’st 14 Odierna), 8 Tufano, 7 De Crescenzo ’98 (28’ st 19 Falivene ’99); 10 Poziello (30’ st 18 Conti); 9 Esposito ’97 (33’ st 17 Anzalone ’97)  , 11 Arciello ’98 (41’ st 16 Cesarano ’99).
N.e.: 12 Pardo, 13 Signorelli, 15 Sorrentino, 20 Di Crosta.
All. Antonio Maschio.
TARANTO (4-2-3-1): 1 Pellegrino ’98; 13 Bilotta ’99, 21 Miale, 16 Rosanìa, 97 Li Gotti ’97; 18 Marsili (29’ st 92 Capua), 89 Galdean; 15 Lorefice ’98 (20’st 7 Portoghese ’98), 8 D’Agostino, 10 Ancora (14’st 94 Favetta); 9 Diakité.
N.e.: 99 Pizzaleo, 5 D’Angelo, 6 Giannotta, 32 Boccadamo, 11 Gori, 33 Giorgio.
All. Michele Cazzarò.

AE: Simone Piazzini, Prato
A1: Massimiliano Starnini, Viterbo
A2: Andrea Zezza, Ostia Lido.

NOTE:
Espulso: Antonio Maschio, allenatore della Frattese, al 26’st, per proteste.
Ammoniti: Della Monica (6^), Bosco (8^), Odierna (6^); Rosania (8^).
Calci d’angolo: 1-2
Recupero: pt 1’, st 6’