21
Mer, Nov

Taranto, arrivi e rinunce

Taranto, arrivi e rinunce

Calcio

Giornata campale per il calciomercato del presidente Giove. Oggiano formalizza, Bova firma e Olcese è costretto al dietrofront, bloccato da problemi familiari

Giornata impegnativa per chi si occupa in prima persona del calciomercato nel Taranto. C'è da segnalare il dietrofront della punta Emiliano Olcese arispetto all'accordo raggiunto in toto con i rossoblù nelle ore precedenti. Il calciatore argentina che vive in Emilia Romagna si è scusato con tutto l'ambiente tarantino, costretto a restare almeno per il momento al capezzale di un suo familiare che ne ha necessità. Sul fronte inverso oggi si registra l'ufficializzazione del trasferimento di Fabio Oggiano, esterno offensivo del 1987, originario della Sardegna, proveniente dalla Cavese e di Dario Bova (nella foto, ndr), difensore esperto nato a Caserta nel 1984, con una carriera lunghissima alle spalle. Nell'ultimo anno ha giocato nel Como, insieme agli ex Gabrielloni e D'Aiello.
A questo punto resta da lavorare su tutta la rosa under per la quale giungono rassicurazioni dalla Società, anche se si ha l'impressione che durante il ritiro ci sarà una sorta di stage per valutare i tanti nomi che sono stati segnalati finora allo staff tecnico. In attacco si riapre la possibilità di confermare Ciro Favetta che non è svincolato dal Taranto e quindi potrebbe restare al posto di Olcese oppure essere trattato come merce di scambio, qualora fosse individuato una punta pura con un curriculum ricco di reti in doppia cifra. Il tempo necessario c'è, anche se man mano che ci si avvicina all'inizio del campionato il numero delle prime scelte è destinato fisiologicamente ad assottigliarsi. D'altro canto prima di investire bisogna sempre tener presente il budget a disposizione e, si sa, nel Calcio di oggi vince chi spende meglio e non chi spende di più.