17
Lun, Dic

Taranto, va bene così

Taranto, va bene così

Calcio

A Cerignola tutto bene, salvo il gol del pareggio dei locali, quando forse si credeva al bottino pieno. Il risultato, vista la classifica, allontana i ricchi dauni e fa effetto, grazie alla defaillance dell'Altamura

Il Taranto torna dalla Daunia con un ottimo pareggio, al termine di una gara giocata con la massima attenzione e giudizio tattico. Sulla partita c’è l’imprinting di Luigi Panarelli che decide di giocarsela mettendo a riposo D’Agostino e ritornando al 3-5-2. Queste due mosse probabilmente fanno sbandare il pur esperto Bitetto, e poi ci mette del suo anche l’immancabile Pellegrino, sempre pronto al paratone blocca-rigore, anche quando, quasi ad inizio gara, blocca la voglia di vittoria prematura a Riccardo Lattanzio. E’ forse sul filo dei nervi che Di Senso trova la traiettoria giusta al 21’, su quella punizione appena devìata dalla barriera e sufficiente a battere Abagnale. Peccato se poi nella ripresa lo stesso Lattanzio si fa perdonare donando la rete del pareggio ai suoi increduli compagni. Circostanziando il risultato nel contesto della giornata giocata oggi, il punto conquistato a Cerignola è sufficiente a tenere lontano dai primi posti proprio i ricchi e pomposi avversari odierni, mentre continua la supremazia del Picerno, anche oggi al bersaglio pieno contro il modesto Nola. Per il resto della vetta provvisoria, bene il Bitonto al pari del Taranto, mentre l’Altamura fa flop in casa contro la Gelbison che, da oggi, deve necessariamente diventare una squadra sotto osservazione.

CERIGNOLA-TARANTO 1-1
Reti: pt 21’ Di Senso TA; st 20’ Lattanzio CE.
CERIGNOLA (4-3-1-2): 1 Abagnale ’98; 2 Cascione ’00, 6 Pollidori, 5 Abruzzese, 3 Russo L. ’99; 8 Esposito A.(42’st 17 Longo), 4 Di Cecco (11’st 20 Loiodice), 7 Carannante ’99; 10 Esposito V. (11’st 19 Marotta); 9 Foggia (25’st 18 Siclari), 11 Lattanzio.
N.e.: 12 Vassallo, 13 Tedone, 14 Matere, 15 De Cristofaro, 16 Russo S.
All. Dino Bitetto.
TARANTO (3-5-2): 1 Pellegrino ’98; 31 Bova, 19 Lanzolla, 32 Ferrara ’99; 16 Pelliccia ’00 (7’st Bonavolontà ’00), 17 Massimo, 8 Marsili, 20 Di Senso (26’st 77 Oggiano), 3 Carullo ’99; 94 Favetta, 9 Diakité (20’ st 4 Manzo).
N.e.: 12 Cavalli, 5 D’Agostino, 6 Guadagno, 11 Squerzanti, 13 Albanese, 21 Miale.
All. Luigi Panarelli.
AE: Eugenio Scarpa, Collegno TO
A1: Cristian Cortinovis, Bergamo BG
A2: Enrico Songia, Bra CN
NOTE: Spettatori circa 2800. All’11’ pt Pellegrino TA para un calcio di rigore battuto da Lattanzio CE.
Ammoniti: Di Cecco, Abruzzese CE; Bova TA.
Calci d’angolo: 3-1
Recupero: pt 3’, st 4’.

SERIE D GIRONE H – 4^GIORNATA
ALTAMURA-GELBISON VDL 0-2
CERIGNOLA-TARANTO 1-1
FASANO-FRANCAVILLA SINNI 0-0
FIDELIS ANDRIA-ERCOLANO 1-0
GRAGNANO-POMIGLIANO 1-0
GRAVINA-NARDO’ 0-1
NOLA-PICERNO 0-4
SARNESE-BITONTO 0-0
SAVOIA-SORRENTO 2-1

CLASSIFICA:
PICERNO 12
ALTAMURA 9
TARANTO, BITONTO, GELBISON VDL 8
SAVOIA 7
FASANO, CERIGNOLA, SORRENTO, FRANCAVILLA SINNI, NARDO’ 5
GRAVINA, FIDELIS ANDRIA, NOLA 4
ERCOLANO, GRAGNANO 3
SARNESE 2
POMIGLIANO 0