17
Sab, Nov

A Fasano per riprendersi la vetta

A Fasano per riprendersi la vetta

Calcio

Nella cittdina brindisina il Taranto dovrà reinventarsi l'intera linea di mediana. Panarelli pensa ad una difesa a tre. Circa 350 i tifosi jonici al seguito della squadra

Prosegue la marcia di avvicinamento del Taranto alla sfida di domenica, che vedrà opposto all’undici di Panarelli la sorpresa Fasano, reduce dall’importante vittoria esterna sul campo del Bitonto. I rossoblù, usciti malconci non solo in termini di risultato dal derby interno contro l’Andria, dovranno fare a meno oltre che di capitan Marsili, appiedato per due turni dal giudice sportivo, anche del suo “gemello” Stefano Manzo, che invece dovrà invece dovrà indossare i panni dello spettatore non pagante soltanto per una partita. Settimana ricca di dubbi quindi per il tecnico Panarelli, alle prese con la delicata preparazione di un match, che nonostante le gravose defezioni annunciate in casa Taranto lascia alla truppa jonica un solo risultato utile per riprendere la marcia verso la prima piazza, adesso occupata dalla sorpresa Picerno. La necessità di dover riscrivere interamente l’asse mediana, sta spingendo il tecnico jonico verso una possibile rivoluzione tattica che prevedrebbe l’utilizzo di una linea difensiva composta da soli tre uomini, l’arretramento di Sebastian Di Senso (pronto al rientro dopo la domenica trascorsa in panca) sulla linea a cinque dei centrocampisti dove paiono in rampa di lancio Gori, Massimo e Bonavolontà, e il varo di un attacco composto da Ciro Favetta e Stefano D’Agostino. Sul fronte tifosi intanto, via libera alla trasferta per i sostenitori jonici, che potranno seguire i propri beniamini anche sui gradoni del “Vito Curlo”. Saranno 350 infatti i biglietti messi a disposizione dei supporters tarantini per l’occasione.