18
Lun, Nov

Chiamata alla vittoria

Chiamata alla vittoria

Calcio

Ricaricate le batterie dopo una settimana comunque atipica a causa non solo del ricorso inoltrato dal Pomigliano, ma anche del “terremoto dimissioni” che ha colpito il settore giovanile, il Taranto si appresta a salutare l’anno solare ospitando sul proprio green l’indecifrabile Sorrento di mister Guarracino

Gara dalle mille insidie quella in programma domenica pomeriggio tra i rossoneri costieri e gli uomini di Panarelli, chiamati alla vittoria sia per chiudere il bellezza il 2018 davanti al proprio pubblico ma soprattutto per tenere il passo di Cerignola e Picerno, rispettivamente attese da Francavilla e Bitonto.
I tre punti virtuali conquistati al “Vallefuoco” hanno contribuito a riportare serenità in casa Taranto alla vigilia della sfida contro un avversario che giunge in riva allo Jonio con una classifica quantomeno deficitaria ma certamente rinfrancato dai numerosi innesti portati in dote dal mercato di dicembre (non ultimo l’ex Sasà D’Alterio, già perno della retroguardia campana), ma ancor più dal prestigioso successo ottenuto tra le mura amiche sul quotato Bitonto, regolato per due reti a zero.
Il Taranto dal canto suo in settimana dopo aver piazzato il colpo Vittorio Esposito, ha provveduto a perfezionare un ulteriore operazione in entrata. Quasi a sorpresa infatti il sodalizio del presidente Giove ha ingaggiato l’estremo difensore italo-australiano Jack Robert West-Astuti. Proveniente dal Cesena, dal quale si è svincolato nell’attuale sessione di mercato, West Astuti nella stagione 2017/18 ha difeso i pali del Ciliverghe Mazzano totalizzando 23 presenze. Difficile che Panarelli decida di gettarlo nella mischia anche alla luce dell’ottimo rendimento di Antonino imbattuto da oltre 270’, più facile invece che scocchi subito l’ora di Esposito che potrebbe bagnare il proprio esordio con la casacca del Taranto se non dal primo minuto, quantomeno a contesa in corso.
Per ciò che riguarda la formazione quindi non ci dovrebbero essere grossi sconvolgimenti rispetto alla formazione uscite vittoriosa dalla gara di Mugnano, con Antonino a guardia dei pali, Pelliccia, Bova, Di Bari e Carullo sulla linea dei difensori, in mediana certo di una maglia è Emiliano Massimo con Marsili favorito sul Manzo, e Guadagno confermato nel trio. In avanti Oggiano pare più in palla di Di Senso e quindi un suo impiego sembra scontato, intoccabile D’Agostino mentre è ballottaggio tra Croce e Favetta per il ruolo di unica punta.
Fischio d’inizio domenica 23, ore 14.30. Per la sfida è stato designato il sig. Luca Cherchi di Carbonia che sarà coadiuvato dai sigg.ri Ludwig Raus e Michele Faini di Brescia.