16
Lun, Set

Persi in Gravina

Persi in Gravina

Calcio

Si ferma dopo 14 risultati utili consecutivi la corsa del Taranto che nel piccolo centro barese cade col punteggio di due a zero, a termine di una gara negativa sotto ogni punto di vista. A segno Nigro e Santoro che di fatto condannano i rossoblu per i quali, al di là dei calcoli matematici, l'obiettivo primo posto diventa adesso una mera utopia. Ogni anno è sempre la stessa storia

Panarelli non stravolge, nonostante i campanelli d'allarme delle scorse settimane. Difesa a quattro con Bova e Di Bari centrali, Pelliccia a destra e Ferrara a sinistra. In mediana c'è Manzo con Bonavolontà, davanti Di Senso ed Esposito sugli esterni con D'Agostino in regia e Favetta unica punta.
PRIMO TEMPO L'avvio non è incoraggiante e già dopo cinque minuti ci vuole il miglio Antonino per ipnotizzare Scaringella lanciato a rete. Al settimo ancora padroni di casa pericolosi con Mady che di testa gira nello specchio un traversone di Visone, bravo ancora una volta Antonino a bloccare a terra. Il Taranto non si vede e al 15' anche Antonio si adegua alla mediocrità generale sfoderando un'uscita sciagurata con annesso rilancio sui piedi di Mangiacasale che dalla lunga distanza calibra male la potenza del fendente. Nulla pare riuscire a svegliare la squadra di Panarelli dal torpore, e per annotare qualcosa di degno di nota tocca aspettare il minuto numero ventotto, quando Favetta si gira e chiama in causa Loliva, bravo a disinnescare in due tempi. Non gira nulla. D'Ago, come spesso nelle ultime giornate non sembra essere il giocatore a cui ci ha abituato, Esposito perde sistematicamente ogni duello con Dentamaro ed a Di Senso non riesce una giocata che sia una. A dare un chiaro segnale della pessima giornata ci pensa un ex, tale Elio Nigro, che sugli sviluppi di un angolo salta più in alto di tutti e mette la sfera sul palo lontano, dove l'estremo difensore jonico non può arrivare, firmando l'uno a zero. La sberla smuove leggermente l'undici ospite che prima con Esposito e poi con D'Agostino ci prova senza successo. Prima della chiusura del primo tempo Panrelli cambia richiamando Bova e gettando nella mischia Croce.
SECONDO TEMPO Non ci sono sostituzioni nelle squadre che riguadagnano il campo nella ripresa, ma a differenza dei primi quarantacinque minuti è il Taranto, con la forza della disperazione a cercare di imbastire trame pericolose. Al 48' ancora Favetta chiama in causa Loliva che si districa alla grande, mentre al 51' Croce gira di testa sfiorando il montante alla destra dell'estremo difensore gravinese. La pressione degli jonici cresce e anche la sfortuna mette il proprio timbro sulla domenica del Taranto quando ancora Antonio Croce, raccoglie un calcio franco di D'Agostino e di testa centra la traversa. Al 70' Panarelli richiama Manzo per far spazio a Roberti, ma nemmeno l'inserimento della terza punta di ruolo sortisce gli effetti sperati, anzi al 76' è il Gravina a mettere il punto esclamativo con il neo entrato Santoro che buca la retroguardia tarantina, scattando sul filo del fuorigioco e depositando in rete dopo aver saltato l'incolpevole Antonino. I restanti minuti servono solo a certificare la resa di Di Bari e soci e le espulsioni di Salatino e Ferrara.

 

GRAVINA-TARANTO 2-0

RETI: 31' Nigro (G), 76' Santoro (G)

GRAVINA: Loliva, Dentamaro, Tarantino, Romeo (48' Rizzo), Visone, Nigro (84' Carrieri), Mady, Mbida, Scaringella (87' Foro), Mangiacasale, Chiaradia (75' Santoro). Panchina: Vicino, Bellomonte, Degiglio, Guida, Correnti. All. Loseto.
TARANTO: Antonino; Pelliccia, Bova (41' Croce), Di Bari, Ferrara; Bonavolontà (54' Salatino), Manzo (70' Roberti); Di Senso (59' Oggiano), D'Agostino, Vittorio Esposito; Favetta. Panchina: Pellegrino, Guadagno, Marsili, Massimo, Menna. All. Panarelli.
Arbitro: Dario Madonia di Palermo. Coadiuvato dai sigg.ri Marco Cerilli e Matteo Pressato di Latina.
Ammoniti: Chiaradia, Rizzo, Loliva, Mbida (G).
Espulsi: Ferrara (T) all'84, Salatino(T) al 90'.

 

CLASSIFICA:

Picerno 59*
Cerignola 58
Taranto (-1) 54
Bitonto 43
Fid.Andria 42
Team Altamura 41
Savoia 39
Fasano 37
Francavilla 34
Gelbison 33
Gravina 33*
Nardò 30
Gragnano 27
Nola 27
Sarnese 27
Sorrento 27
Pomigliano 16
Granata 8

*una gara in meno

 
Prossimo turno (17.03.2019 ore 14.30 – giornata n. 27 ):

A. Cerignola-Fasano,
Gragnano-Nola,
Bitonto-F. Andria,
Az Picerno-Gelbison,
Francavilla-Granata,
Pomigliano-Gravina,
Sorrento-Nardò,
Savoia-Sarnese,
Taranto-T. Altamura.