07
Sab, Dic

Pokerissimo Taranto

Pokerissimo Taranto

Calcio

Continua a vincere la squadra di Panarelli che chiude il capitolo Agropoli praticamente dopo i primi 45’ minuti di gioco, terminati con gli ionici avanti di 4 reti. Un allenamento la ripresa, servita al mister per fare qualche esperimento e per arrotondare il risultato

Parte, come annunciato dalla nostra redazione sportiva ieri, con una ritrovata difesa a tre il Taranto, Ferrara a sinistra, Manzo centrale e Benvenga a destra, che ben si è disimpegnata nei comunque pochi e confusi attacchi dei campani. Inizio col botto, è proprio il caso di dire, per i padroni di casa che la sbloccano subito con un tiro mancino dalla distanza del solito D’Agostino al secondo minuto di gioco. Partita in discesa quindi per i rossoblu che dopo aver sfiorato il raddoppio con Genchi al 20’ rischiano qualcosa cinque minuti più tardi e solo un grande doppio intervento di Benvenga fa si che l’Agropoli non violi la porta difesa da Sposito. Il resto della gara è tutto a marchio rossoblu. Alla mezz’ora Oggiano fa le prove generali del gol del raddoppio con un mezzo pallonetto che incoccia sul palo alla sinistra di Sanchez che però soccombe appena nove minuti più tardi sempre su una conclusione del giocatore sardo che mette in porta, questa volta con l’ausilio del palo, la palla del 2 a 0.
Al 45’ si scatena Beppe Genchi che propizia il terzo gol saltando tre avversari e calciando verso la porta avversaria, sulla ribattuta del portiere arriva Favetta che dall'interno dell'area fa 3 a 0!
Ancora Genchi al terzo minuto di recupero la mette dentro con un tiro preciso e teso sul quale il portiere agropolese nulla può. Termina così il primo tempo coi rossoblu avanti di 4 gol. La ripresa è giocata sul velluto dal Taranto che nuovamente con Genchi mettono a segno il quinto gol a termine di un’azione sulla sinistra e un potente diagonale rasoterra incrociato sul secondo palo. Dal 52’ in poi inizia la girandola delle sostituzioni spazio, tra gli altri, anche a Guaita e Croce, anche oggi poco incisivi, ed Allegrini al rientro in campo dopo un mese di assenza forzata per infortunio. Nove gol fatti e uno subito, nove punti su nove disponibili conquistati da un Taranto, quello di Panarelli, che di lasciare le zone alte della classifica proprio non vuol saperne e che con la vittoria odierna raggiunge il Foggia, sconfitto in casa dal Sorrento di Maiuri, al secondo posto in classifica alle spalle di un Bitonto che man mano sta diventando sempre più l’avversario da battere per la vittoria finale, di un campionato, bello ed equilibrato come non si vedeva da anni.

RETI: 2' D'Agostino (T), 39' Oggiano (T), 45'+1' Favetta (T), 45'+3' Genchi (T), 49' Genchi (T)
TARANTO 4-2-3-1: Sposito; Pelliccia (53' Marino), L. Manzo (73' Allegrini), Benvenga, Ferrara; Stefano Manzo, Cuccurullo; Oggiano (53" Guaita), D'Agostino (70' Croce), Genchi (62' Matute); Favetta. Panchina: Giappone, De Letteriis, Masi, De Caro. All. Panarelli.
AGROPOLI 4-3-3: Sanchez Niño; Costa (52' Garofalo), Bonfini, Sgambati, Guida; Acunzo (46' Semati), Numerato, Cozzolino (70' Alvaro), Camará, Solazzo (46' Tinè), Agate (52' Orefice). Panchina: Selva, Leonetti, Cuomo, Doto. All. Procopio.
Arbitro: Gabriele Restaldo di Ivrea. Assistenti: Francesco Rinaldi di Policoro e Giuseppe Cucinotta di Brescia.
Ammoniti: Numerarto (A)