21
Mer, Nov

Taranto, salutate la capolista

Taranto, salutate la capolista

Calci da Pro

Contro il Savoia via il fioretto e giù di spada. Il Taranto vince adeguandosi alla rudezza degli avversari indovinando la partita perfetta. Si è all'inizio ma la vetta momentanea è la chiave per lavorare in serenità e senza voli pindarici

Cerignola? Bitonto? Altamura? Sorrento? No, signori. E’ il Taranto la capolista, e lo è diventata grazie alla vittoria contro il Savoia ed i contemporanei passi falsi di Altamura e Picerno. Il gruppo (termine usato non a caso) di Panarelli a Torre Annunziata interpreta una gara come copione richiede. Belli con i belli, brutti con i brutti. Contro il Savoia il tecnico la prepara e la fa svolgere come si deve fare.

Oggi più che mai si è visto al Giraud come si gioca in certe partite. Non sempre, ma in questa così si doveva. Una carica di energia pura sviscerata in campo con la spada e rudezze tattiche e comportamentali che rappresentavano alla vigilia l’unico modo per cercare di prendersi tutti i punti disponibili alle porte di Napoli. Anche la rete sporcata dal rimbalzo che mette a sedere il portiere Savini è un segno dei tempi che stanno cambiando, della ruota che gira ora in senso favorevole. Delle gomitate in faccia sui contrasti aerei dei loro attaccanti sui difensori rossoblù, che trasformano i bozzi sul viso in voglia di vincere, piuttosto che effimere volontà di vendetta spicciola. E parliamo anche di un finto under che oggi è salito agli onori del tabellino. Cosimo Salatino, indigeno della provincia, che già quattro stagioni fa a 16 anni, nel Lizzano, in Promozione, arrivava ai naso-naso contro i più scafati ultratrentenni di categoria. Testosterone e personalità da vendere.

Dopo, un passo indietro dal punto di vista agonistico, nella Berretti della Virtus Francavilla e le giuste apparizioni in prima squadra, in Serie C. Il prestito al Gravina con 5 reti all’attivo, un infortunio superato e l’attuale maglia per la quale ha sempre tifato, controllato a vista dagli osservatori della Virtus che ne detengono stretto il suo cartellino. Ma il Taranto impegnato contro il Savoia è soprattutto gruppo. Manzo e Marsili insormontabili  e cazzuti. Pellegrino che smanaccia l’ultimo rischio, Lanzolla e Bova che fanno la voce grossa contro Del Sorbo e Tedesco, più calci che calcio, Favetta che, da solo, allunga la squadra, lontano da tiri…indiscreti e anche Diakité, che in 11’ ci rimette gli adduttori con una spaccata da ballerina, frutto di una voglia matta di mettersi a disposizione.

E’ l’elogio della trovata misura della Serie D e di una maturità che dovrà trovare continuità nel futuro prossimo che si chiama Fidelis Andria. Taranto, ora sei tu la capolista. Il futuro è solo nelle tue mani. Difendilo come sai, conservalo come puoi. 

SAVOIA-TARANTO 0-1

Rete: pt 37’ Salatino.

SAVOIA (4-3-3): 1 Savini ’99; 2 Nives ’00 (47’st 27 Del Prete), 19 Guastamacchia, 6 Poziello (36’st 77 Ruci), 3 Esposito ’99; 8 D’Ancora, 24 Moretta ’98 (9’st 29 Rekik ’98), 7 Alvino; 11 Felici (9’st 90 Pisani), 9 Del Sorbo, 10 Tedesco.

N.e.: 22 Buono, 14 Stellato, 75 D’Angeli, 99 Marino, 97 Rossi.

All. Luigi Squillante.

TARANTO (4-2-3-1): 1 Pellegrino ’98; 16 Pelliccia ’00 (22’st 6 Guadagno), 19 Lanzolla, 31 Bova, 3 Carullo ’99; 8 Marsili, 4 Manzo; 20 Di Senso (23’st 17 Massimo), 5 D’Agostino (30’st 9 Diakité, 41’st 21 Miale), 23 Salatino ’99 (12’st 32 Ferrara ’99); 94 Favetta.

N.e.: 12 Cavalli, 7 Gori, 10 Ancora, 77 Oggiano.

All. Luigi Panarelli.

AE: Francesco Croce, Novara NO

A1: Stefano Franco, Padova PD

A2: Francesco Rinaldi, Policoro MT

NOTE: Spettatori circa 3000, compresi circa 250 tifosi ospiti

Espulso: Gennaro Iardino, vice allenatore SA, al 50’ st, per proteste.

Ammoniti: D’Ancora, Savini, Del Sorbo, Tedesco SA; Carullo, Pellegrino, Guadagno TA.

Calci d’angolo: 7-1

Recupero: pt 2’, st 5’.

I RISULTATI DELLA SESTA GIORNATA DELLA SERIE D GIRONE H:

ALTAMURA-FRANCAVILLA IN SINNI 1-1

FASANO-SORRENTO 2-1

FIDELIS ANDRIA-PICERNO 2-0

GRAGNANO-BITONTO 0-1

GRAVINA-ERCOLANESE 5-1

NARDO’-GELBISON 2-3

NOLA-POMIGLIANO 0-1

SARNESE-CERIGNOLA 1-3

SAVOIA-TARANTO 0-1

LA CLASSIFICA DOPO LA SESTA GIORNATA:

TARANTO 14

ALTAMURA 13

PICERNO, BITONTO 12

GELBISON, CERIGNOLA 11

FASANO 9

NARDO’, SAVOIA, GRAVINA, FIDELIS ANDRIA 8

FRANCAVILLA SINNI 7

SORRENTO 6

SARNESE 5

NOLA, POMIGLIANO 4

ERCOLANESE, GRAGNANO 3