19
Mar, Mar

Cus Jonico – Mola: ennesima sconfitta

Cus Jonico – Mola: ennesima sconfitta

Basket

Prosegue la scia negativa per la squadra tarantina nella 18ª giornata di campionato serie C Gold

Ennesima sconfitta per il Cus Jonico Basket Tarnato. Difficile trovare la via del canestro in un ultimo minuto dannato per i rossoblu che perdono, dalle mani, il ritorno alla vittoria lasciando ancora una volta i due punti sul campo, stavolta alla Geopharma Mola che si impone 73-70 al Palafiom allungando la striscia negativi del Cus.
Eppure Baraschi (top scorer dei suoi, 20 punti) e compagni si sono presentati sul 70-66 a poco più di un minuto dalla fine di una partita tiratissimo, sempre punto a punto o quasi. In quegli ultimi 60/90 secondi la luce si è spenta, come già successo in questo recente passato, e Mola con Galantino (22) e Gachette (15) ha prima pareggiato e poi vinto tra la rabbia e la delusione dei cussini in campo e sugli spalti.
Coach Caricasole parte con Simaitis, Dusels, Giovara, Schiano e Baraschi. Coach Catellitto risponde con Tartaglia, Preite, Gachette, Cordici e Galantino.
I primi canestri sono di Simaitis e Tartaglia. L’equilibrio iniziale, 8-8, viene rotto dalla tripla di Preite che manda agli ospiti sul +5, subito ripresi dalla tripla di Baraschi. Succede la stessa cosa dopo un paio di canestri di Gachette, ci pensa Simaitis. Nel finale di quarto ancora Mola scappa via con la tripla di Galantino, +6, accorcia di forza Dusels per il 16-20.
Pannella segna e fa segnare Giovara per il nuovo -1 ma prima Cairns e poi la solita tripla di Galantino riportano Mola a +7. Taranto risponde colpo su colpo, con Simaitis, capitan Baraschi e Schiano per il sorpasso sul 29-28. Il lungo Cairn inventa una tripla per il controsorpasso, Cordici lo imita poco dopo e Mola è di nuovo avanti a +7 prima del canestro in semigancio di Martignago per il 33-38 con cui si va all’intervallo.
Inizio di terzo quarto equilibrato nel parziale ma con il Cus che si porta dietro i 5 punti di gap e quando Gachette decide di accelerare fa male come all’andata e Mola si ritrova avanti 50-39 con il Taranto che perde anche la maniglia e sicurezza in attacco e coach Caricasole costretto al timeout. A suonare la carica ci provano Dusels e Baraschi con canestro, fallo e libero supplementare. È la miccia che innesca la riscossa rossoblu guidata da capitan Baraschi che punisce oltremodo con 4 liberi l’antisportivo di Cairns successivo ad un fallo di Simolo. Taranto dimezza così il gap e completa la rimonta con i liberi di Dusels, il canestro di Simaitis e il tiro a segno ancora di Dusels che firma il sorpasso 55-54 anche se nel finale Cordici infila il canestro del controsorpasso, dopo il libero di Gachette è 55-57.
Segna subito Gachette, tripla di Baraschi per il nuovo -1. Dusels dalla lunetta impatta a 60. Ancora parita dopo il canestro di Tartaglia e la tripla di Giovara per il 63-63. Ancora Baraschi risponde a Tartaglia per il 65-65 a 3‘ dalla fine. La mano dalla linea della carità trema a Tartaglia che fa 1/4 non a Dusels che infila il canestro del +1 che diventa +4 con la tripla di Simaitis per il 70-66 a 100 secondi dalla fine. Sembra fatta, sembra appunto. Troppo bello per essere vero ed infatti Galantino trova un canestro, fallo e libero supplementare messo a segno che rimette tutto in discussione e in parità. Il nervosismo in cui piombano i rossoblu non produce niente di buono, Schiano prova la penetrazione ma trova il muro di Gachette non punito dagli arbitri. Dall’altra parte invece la stessa azione di Galantino viene premiata dal fallo e da un tecnico che il play molese converte in tre liberi a segno per il 70-73. L’ultima azione del Cus è una preghiera che non viene esaudita e condanna a una sconfitta che fa ancora più male.


CUS JONICO TARANTO – GEOPHARMA MOLA 70-73
Cus Jonico Basket Taranto: Dusels 19, Simaitis 15, Giovara 9, Baraschi 20, Schiano 3, Martignago 2, Pannella 2, Bitetti ne, Mattei, Carenza ne. All: Caricasole.
Geopharma Mola Basket 2013: Tartaglia 14, Preite 6,Gachette 15, Cordici 6, Galantino 22; Stimolo, Tanzi 2, Cairns 8, Susca ne, Salerno ne. All. Castellitto.
Parziali: 16-20, 33-38, 55-57 ; Arbitri: Matteo Rodi di Brindisi e Francesco de Carlo di Lequile (LE). Spettatori: 350.