Nuovi acquisti in casa Erredi

Volley
Typography

Da non perdere i match casalinghi di oggi, domenica 21 gennaio, e domenica 4 febbraio alle 18:00 presso il Tursport

 Il volley a Taranto non è morto; anzi, l’Erredi ci crede fino in fondo, e fa quadrato sul mercato invernale, rinfrescando la rosa con due giovanissimi talenti: Alessandro Primavera, schiacciatore, già noto per l’Erredi, che adesso ritorna ad occupare la banda ionica, lasciando il Castellana nel quale ha avuto modo di confrontarsi e di crescere in una categoria più in su: << Lavoreremo bene anche se la squadra è nuova, perché il gruppo si fortificherà con l’ingresso di nuovi giocatori. >>, e Gianluca D’Amicis, alzatore, proveniente dal Cerignola: << Ho sposato subito il progetto della società, e sono onorato di giocare nella mia città. La squadra è formata da professionisti, e sono felice della mia scelta, nonostante gli ambiziosi progetti che avevamo con il Cerignola. >> Già, perché la società cerignolana potrebbe essere prossima al fallimento, e ciò faciliterebbe la salvezza dell’Erredi nel campoionato della B. Come precisa il Presidente Onorario Fabio Tagarelli: << Noi in questo momento saremmo salvi, poiché retrocedono le ultime due squadre. Questa domenica ci sarà l’ultima partita del girone d’andata, poi ci sarà una settimana di pausa invernale. In questo momento noi siamo quartultimi insieme ad Andria, e ciò significa che siamo ai playout per la permanenza in B. Anche se fallimento del Cerignola potrebbe facilitarci, è una notizia che non può farci piacere: è sempre brutto quando fallisce una società sportiva. Il nostro mercato non è finito stasera: abbiamo altre trattative in essere. Oltre all’acquisto di Erminio Russo, le altre novità riguardano l’interruzione del rapporto con due nostri giocatori, ed il nostro impegno perché sia quanto prima possibile l’acquisto di un centrale.  La nostra ambizione più impellente, è quella di giocare un girone di ritorno che ci porti più in alto possibile: abbiamo la squadra per farlo.>> Poi Tagarelli prosegue, parlando dei due nuovi acquisti sopracitati: << Sono felice dell’entrata in squadra di Primavera, poiché incarna quella che sarà la nostra caratteristica vincente: l’incoscienza; quella che lui ebbe contro il Bitonto, salvando la squadra con cinque servizi decisivi, capovolgendo le sorti del match. La new entry di D’Amicis mi rende orgoglioso, perché lui è un tarantino che non vedeva l’ora di poter giocare nella sua città. Il transfert (ndr, operazione legale che consente ad un giocatore di poter prestare la propria attività per una squadra diversa da quella di provenienza) non è ancora arrivato, e lui si è comunque presentato insieme alla squadra: pur sapendo che non avrebbe potuto giocare, è rimasto insieme ai suoi nuovi compagni. Queste sono le piccole cose che fanno la differenza in un giocatore. >> Tagarelli conclude: << Noi non siamo i più forti di tutti, ma saremo i più forti di tutti nel modo di essere. >> Lo sponsor tecnico dell’Aviva, Nico Monfredi, ravvisa il << Compito arduo di mantenere la squadra in salute, ma ciò sarà possibile grazie alle prestazioni notevolissime alle quali si è assistito nel girone d’andata. Oggi siamo l’unico sport professionistico a Taranto, e sarebbe bello se tutta la città potesse spostarsi da un palazzetto ad un altro campo, fino allo stadio. L’obiettivo è quello di offrire uno sport “pulito” alla cittadinanza, senza gelosie fra le varie società. >> Il Presidente Gastaldo prosegue: << Quel sogno nel cassetto che ho da tempo, continua ad essere vivo. Fondai questa società nel 2009, ma ormai mi sento di condividerla in tutto con Tagarelli, anche nella scelta dei giocatori, ed anche se i sacrifici ci sono. Primavera lo voglio con noi anche l’anno prossimo, e spero che D’Amicis si trovi bene e scelga di rimanere in squadra: sono i ragazzi che merita questa città. >> Nella speranza che, come ha ricordato Tagarelli, ci si possa << togliere qualche soddisfazione in più che vincere i playout >>, si invita la cittadinanza a tifare per questi ragazzi, perché un pubblico caloroso è di fondamentale importanza per ogni squadra. Domenica 21 gennaio contro il Napoli; mentre domenica 4 febbraio contro Ostuni, sempre al Tursport, sempre alle 18:00.