La festa dello Sport, a Palagianello

Al via la IV edizione dell'importante iniziativa dai risvolti sociali. L'evento, unico nel suo genere, si concluderà il prossimo 12 agosto

Dominio Gym Oriens agli Internazionali di Martano

Il Taekwondo tarantino vero mattatore in terra salentina, il team del maestro Carriero consegue tre ori, due argenti e sei bronzi. Il segreto dei nostri successi? "Vogliamo sempre imporre la nostra idea di disciplina sportiva; un’idea che coniughi, al tempo stesso, la bellezza del gesto tecnico e il rispetto per l’avversario”

Fa incetta di medaglie la Gym Oriens Statte, nel Terzo Internazionale di Taekwondo – Città di Martano disputato lo scorso fine settimana nel comune salentino. I ragazzi allenati dal maestro Saverio Carriero – non è novità, ormai – portano i colori tarantini ad essere indiscussi protagonisti della rassegna in terra leccese. Ricco il carnet di medaglie, alla fine: tre ori, due argenti e ben 6 bronzi. “Sono molto contento per i ragazzi”, ha tenuto a sottolineare il tecnico jonico. “Siamo un gruppo coeso che lavora duramente tutto l’anno. Questi risultati non sono fortuiti, rappresentano il giusto coronamento di tanto impegno e dedizione verso questa disciplina orientale”.  
Medaglie d’oro sono risultate: Adriana Laddomada, seniores, cintura bianche -verde,-67kg (la vittoria è arrivata in finale per KO); Antonia Burgi, junior, cintura blu-rossa,-59kg, (in finale si afferma per KO tecnico con il punteggio di 24 a 4); Giovanni Barulli, cadetto,  cintura rossa-nera, -61kg (si aggiudica il primo combattimento contro un’atleta greco per 16 a 12, vince la semifinale per 14 a 7 e la finale per 9 a 5).
A conseguire il secondo piazzamento, con la medaglia d’argento strappata ai rispettivi avversari, invece: Simone Pignatale, cadetto, cintura rossa-nera, -57kg (vince il primo combattimento per 6 a 5, la semifinale per  20 a 3, perde in finale per 11 a 4); Sharol Moschetti, cadetto A, cintura verde-blu, +59kg (perde la finale per soli 2 punti di distacco).
Terzo gradino del podio per: Andrea Moscagiuri, esordiente A, cintura bianca-gialla, -37kg, (vince i quarti di finale e perde in semifinale); Angelo Fischetti, cadetto a, cintura rossa-nera,-53kg (perde la semifinale); Domenico Pisano, seniores, cintura blu-rosse, -87kg (si ferma in semifinale per soli tre punti di distacco); Gabriele Caracciolo, cadetto B, cintura bianca-gialla, -30kg, (vince i quarti e perde la gara di semifinale); Michele Pulito, cadetto A, cintura verde-blu, -49kg (vince i quarti di finale 21-6 e perde la semifinale); Sonia La Barbera, Esordiente A, cintura bianca-gialla, -30kg, (ferma la sua rincorsa in semifinale). Davide Fischetti e Urso Francesco non arrivano al podio pur combattendo gare molto intense e dall’alto valore tecnico.
“Il prossimo appuntamento con le gare agonistiche – conclude il tecnico stattese – sarà in Toscana. Subito dopo la pausa ferragostana riprenderemo gli allenamenti per non farci trovare impreparati anche in quella occasione. Vogliamo sempre imporre la nostra idea di Taekwondo, un’idea che coniughi al tempo stesso la bellezza del gesto tecnico e il rispetto per l’avversario”.

WhatsApp Share

Il Taekwondo stattese sul tetto d'Italia

L'atleta allenata dal maestro Saverio Carriero, Antonia Burgi, conquista il tricolore nei campionati nazionali disputati a Bari. Un successo prestigioso, l'ennesimo conquistato dalla società giallo-verde Gym Oriens

Pioggia di medaglie per la Gym Oriens Statte

Ben tre ori e due bronzi conseguiti nei Campionati Interregionali di Bari. Grande euforia nella società jonica. Il maestro federale, Carriero: "Non esiste competizione, ormai, dove i nostri atleti non vanno in medaglia..."