11
Mar, Dic

Baux Mediterraneo ai nastri di partenza

Baux Mediterraneo ai nastri di partenza

Sport

La squadra di pallanuoto di Taranto disputerà, per il terzo anno consecutivo, il Campionato nazionale di serie C. La presentazione oggi a Palazzo di Città

Inizia sabato 27 gennaio il Campionato nazionale di pallanuoto di serie C, nel quale milita la Baux Mediterraneo Taranto insieme ad altre cinque squadre pugliesi e sei campane.
Oiettivo dichiarato dal Direttore sportivo senza dubbio la vittoria. Ambizione, impegno, passione per il terzo anno consecutivo in questa serie. Massimo Donadei ha ricordato che oggi, nella struttura di Via Bruno, è possibile praticare pallanuoto appunto, ma anche nuoto, nuoto sincronizzato e nuoto per disabili. Sulla nascita del progetto, dodici anni fa, torna l'amministratore delegato, Antonello Cassalia, che parte dalle condizioni in cui era la piscina,tutt'altro che buona, per poi evidenziare la buona riuscita della collaborazione tra pubblico e privato, collaborazione sulla quale oggi ci si ritrova nel senso della continuità. A portare i saluti del sindaco Rinaldo Melucci, a Bari per impegni istituzionali, il suo vice Rocco De Franchi e l'assessore allo Sviluppo Economico, Valentina Tilgher. Il vice sindaco ha colto l'occasione per invitare i tarantini a partecipare e a seguire la squadra di pallanuoto. "L'augurio è che Taranto si innamori di questo sport" ha detto e che una città "assetata di bellezza" possa ricostruire la propria identità, proponendosi finalmente non più solo come la città dell'Ilva, ma anche, attraverso una squadra come la Baux Mediterraneo, come emblema di sano agonismo. Riferimento ai preziosi valori strettamente legati allo sport quello fatto dall'assessore Tilgher.
La presentazione del calendario delle gare nel pomeriggio di oggi, nel salone degli Specchi del Comune di Taranto. Nella conferenza stampa il direttore sportivo ha inoltre condiviso il desiderio di realizzare due sogni per il futuro: far rinascere la pallanuoto femminile a Taranto, che ha avuto un ruolo da protagonista in passato, e dar vita ad una squadra di ragazzi con disabilità (Waterpolo Ability); sarebbe la prima realtà di questo tipo in Puglia. "Un progetto ambizioso che ci appassiona": ha concluso Donadei.