23
Gio, Mag

Battere il Fasano per continuare a sperare

Battere il Fasano per continuare a sperare

Sport

La gara contro i brindisini diventa uno spartiacque per dare un senso alla stagione in corso. Bisogna dimenticare in fretta la scialba prestazione di Andria. La carica del presidente Giove: “La squadra pensi solo al campo”

Calendario alla mano sarebbe già vigilia di campionato. L'attenzione però se l'accaparra tutta la querelle "punto di penalizzazione", che dalla serata di giovedì ha seriamente turbato le idee di rincorsa dell'intero popolo rossoblu.

La conferenza stampa di venerdì pomeriggio non ha sciolto i dubbi relativi alla materia del contendere. Chiara la posizione del sodalizio tarantino che per voce dello stesso presidente Giove ha rimarcato il proprio disappunto per la penalizzazione: "Ho fiducia nella giustizia sportiva, faremo opposizione alla sentenza e sono fiducioso di uscire vincitore da questa battaglia. Oggi ho parlato con la squadra chiedendo di avere occhi e testa solo a quello che accade in campo, senza farsi condizionare da altre distrazioni".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il direttore generale Gino Montella che non ha usato mezzi termini, definendo la sentenza come una vera e propria ingiustizia: "Si tratta di una vera ingiustizia. Si dovrebbe avere un occhio di riguardo per le società virtuose come la nostra ed invece si preferisce mandare avanti gli altri. Non abbiamo nulla da nascondere, e dimostreremo gli avvenuti pagamenti. Stiamo provvedendo a rafforzare il nostro collegio difensivo, allerteremo l'avvocato Chiacchio che affiancherà l'avvocato Fistetto".

Sgombrare la mente quindi e proiettarsi già alla sfida contro il Fasano in programma domenica sul green dello Iacovone. Obiettivo non facile ma necessario se si vuole continuare a sognare la promozione. Lo sa bene Panarelli che se da una parte si lecca le ferite dovute alle beghe burocratiche, dall'altra sorride perché dall'infermeria giungono solo notizie positive. La prima riguarda il difensore Vito Di Bari, che dopo il forfait con l'Andria potrebbe tornare tra i convocati per la gara contro i biancocelesti brindisini. L'ex Bitonto pur allenandosi a parte mostra miglioramenti e la sua presenza sarà decisa solo all'ultimo momento. Completamente recuperato invece è Vittorio Esposito, che nel pomeriggio di giovedì ha regolarmente preso parte alla partitella, mostrando di essere arruolabile.

Problemi di abbondanza quindi per il tecnico tarantino che dovrebbe riproporre tra i pali Vittorio Antonino, con una difesa a quattro composta quindi da Pelliccia, Bova, Di Bari e Ferrara, in mediana ci sarà certamente spazio per Marsili con Angelo Bonavolontà in vantaggio su Manzo e Massimo. Davanti con tutta probabilità toccherà ad Oggiano e Di Senso con D'Agostino nelle vesti di suggeritore e Favetta unica punta.

Dirigerà la contesa il signor  Gabriele Scatena di Avezzano coadiuvato dagli assistenti Matteo Besozzi di Sondrio e Fabio Torri di Como. Fischio d'inizio alle ore 15.