15
Mar, Ott

Argento per la tarantina Benedetta Pilato

cr photo Il Messaggero

Sport

Un esordio da campionessa per la nuotatrice jonica (50 metri rana) ai Mondiali che si stanno disputando in Sud Corea. Battuto il record di Federica Pellegrini: con i suoi 14 anni, Benedetta è la più giovane azzurra a salire sul podio. Melucci: "Ci hai tenuto incollati alla tv e non ci hai deluso". Liviano: "La città può raccontare successi bellissimi a livello mondiale e non sconfitte"

Un esordio da campionessa per Benedetta Pilato, la 14enne tarantina che ha conquistato quest'oggi la medaglia d'argento nello stile rana. "Sono contentissima voglio vivere questo momento non ci credo - ha dichiarato, riferisce l'Ansa, l'atleta poco dopo la vittoria - Vedendomi con Il terzo tempo l'idea mi ha sfiorato, ma non pensavo così. È bellissimo competere con gente con più esperienza, da cui ho solo da imparare. Mi stavo sentendo male, sono sconvolta. Aiuto!"

“Argento mondiale a 14 anni: Benedetta Pilato ha deciso di viziarci!  Ci hai tenuto incollati alla tv e non ci hai deluso. Fenomenale Benedetta!- ha commentato il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci - Alla sua famiglia e allo staff che ha riconosciuto questo grande talento l’abbraccio di tutta la città. Ti aspettiamo per ringraziarti e festeggiarti! Sei l’orgoglio di tutti i tarantini!"

“Pazzesca Benedetta, sta facendo sognare ad occhi aperti una intera città, questa piccola gigante del nuoto mondiale non si gioca solo una medaglia, ma è il simbolo del riscatto di Taranto, qualunque sia il risultato di questa incredibile finale, che ci vedrà tutti incollati ai teleschermi per sospingere ogni suo movimento elegante lungo la corsia. – aveva dichiarato nelle scorse ore il primo cittadino - La invito sin d’ora a far parte in veste di alfiere dello sport tarantino alla delegazione ufficiale che presenterà la candidatura di Taranto ai XX Giochi del Mediterraneo il prossimo 24 agosto a Patrasso. Forza Benedetta, - ha concluso - sei il futuro dello sport italiano, sei il futuro di Taranto, hai dentro lo spirito resistente della nostra bella terra, insieme a te vogliamo tagliare tanti traguardi”.

"Grazie ad una ragazzina di 14 anni finalmente Taranto può raccontare successi bellissimi a livello mondiale e non sconfitte. Bravissima Benedetta Pilato". E’ stato il commento del consigliere regionale tarantino, Gianni Liviano. Un secondo posto che solo per pochi centesimi non si è tramutato in una ancora più entusiasmante medaglia d'oro.

“Mi piace pensare - aggiunge Liviano - che quello in Corea del Sud sia l'avvio di una serie infinita di successi per la giovanissima Benedetta e per la città. Del resto - prosegue ancora Liviano - che la nostra concittadina fosse una predestinata lo si è capito subito quando si è laureata campionessa europea juniores a Kazan, a inizio luglio, stabilendo il record dei campionati con 30″16, e quando, al debutto in questo suo primo Mondiale, ha stabilito il record italiano (29" 98) diventando, così, la prima azzurra ad abbattere il muro dei 30 secondi. Ora questo importante risultato che le apre la strada ad un'importante, prestigiosa e trionfale carriera agonistica. Con il risultato di oggi - conclude Liviano - possiamo tranquillamente affermare che è nata una stella pronta a far brillare la nostra città restituendole la voglia di diventare una città e una comunità del fare”.