BREAKING NEWS
Venerdì, 18 Agosto 2017
 "VICOLI CORTI - CINEMA DI PERIFERIA". A  Massafra, domenica 20 agosto, serata conclusiva con la proiezione del film "La ragazza del mondo".

A Malecore il "Quarto Trofeo delle Dune"

Boxe
Typography

Grande boxe nel tarantino. La Puglia vince il triangolare con Abruzzo e Campania

Ha quindici anni Emilio Malecore. Sogna il suo futuro con i guantoni. Uno dei tanti prodotti del vivaio pugilistico della Quero-Chiloiro, con il nono successo nella sua carriera dilettantistica, ha conquistato ieri sera il “Quarto Trofeo delle Dune” a Campomarino. Suo il miglior match, a spese dell’egiziano della Pugilistica Rosetana Mahmoud El Fakhrany. Un’affermazione che contribuisce al poker vincente della Puglia nel triangolare con Abruzzo e Campania. Un evento spettacolare, promosso dalla Quero-Chiloiro Taranto, con il patrocinio del Comune di Maruggio, rappresentato a bordo ring dal vicesindaco Giovanni Maiorana ed all’assessore allo Sport Franco Maiorano. A loro, nel nome del primo cittadino “tifoso” della boxe elitaria Alfredo Longo, la Quero-Chiloiro ha donato un trofeo rappresentativo della sua quasi cinquantennale storia. A donarlo il maestro benemerito Vincenzo Quero. La manifestazione ha goduto del cronometraggio di Gianluca Mongelli e Sabino Gisonda, e della presentazione dello speaker Raffaele Ciquera.
GLI SCORE DELL’EVENTO La Quero-Chiloiro è stata la società con il maggior numero di successi (sette) nel “IV Trofeo delle Dune” sulle sette partecipanti alla riunione. Detto della bella affermazione di Emilio Malecore, nella categoria Junior 54 kg, nei confronti dell’atleta della pugilistica Rosetana, questi gli altri risultati della manifestazione olimpica. Elite 69 chilogrammi: pareggio frutto di una sfida esemplare (tra tecnica e rispetto dell’avversario) tra  Giovanni Gistani (Quero-Chiloiro) e Vincenzo Maggio (Pugilistica Taranto);  Elite 75 kg: Alessio Morabito (Quero-Chiloiro) ha perso con Marco Balducci (Pugilistica Giuliese), lamentando l’assenza da ring di due anni con un match fuori controllo. Si salva lo spirito combattivo di Morabito, che dovrà ben lavorare per recuperare il vero se stesso nel campionato “Assoluti” di fine anno; pareggio dell’Elite 81 kg Vito Potenza contro Marco Vento (Eagles Catanzaro) dopo l’incontro più combattuto della manifestazione. Potenza si è tolto una “spina” dopo la sconfitta patita dallo stesso avversario in evento precedente di Copanello. Senior 75 kg:  Giuliano Galeone (Quero-Chiloiro) ha perso con Christian Ressa (Kendro Triggiano), subendo i maggiori centimetri dell’avversario, comunque più volte messo in difficoltà in un incontro spettacolare; Senior 81 kg: Antonio Mariano (Quero-Chiloiro) ha superato Giovanni Lillo (Pugilistica Taranto) in un derby vincente. Lillo, più basso dell’avversario, ha cercato di chiudere la “distanza” con una prestazione fisica ed incisiva. Mariano ha saputo ben gestire gli attacchi di Lillo, confermando la sua superiorità; Youth 81kg: Ernesto Mariano (Quero-Chiloiro) ha pareggiato con Michael Zizzi (Pugilistica Francavillese)  dopo un match combattuto; Youth 75 kg: Andrea Ottomano (Quero-Chiloiro) ha vinto su Jugiin Magliano (Pugilistica Giuliese) sfruttando la maggior esperienza, che gli ha permesso di condurre limpidamente il confronto; Senior 60 kg: Pasquale Dicuonzo (Quero-Chiloiro) ha battuto Damiano Resciniti (Pugilistica Tortoreto) imponendosi con il suo maggior peso agonistico, che l’ha spinto ad attutire l’aggressività dell’avversario. Ha chiuso il quadro del “IV trofeo delle Dune” la sfida tra i Senior 69 Matteo Preste (Evergreen Sandonaci) ed Alessandro Astolfi (Pugilistica Tortoreto Teramo). Verdetto: il successo del pugliese.