17
Mer, Ott

Guantoni rossoblù

Guantoni rossoblù

Boxe

E' tempo di primi bilanci per la boxe tarantina: 125 successi e 224 match disputati nel primo semestre dell'anno

Centoventicinque vittorie su 224 match disputati, un titolo nazionale, tre podi nazionali, tredici riunioni pugilistiche organizzate e 26 trasferte in giro per l’Italia. E’ questo il bilancio della prima parte di stagione 2017 della Quero-Chiloiro Taranto. La seconda società dilettantistica d’Italia tira il fiato con dirigenti e tecnici, per riaprire a fine mese. Ferie meritate dopo un’intensa attività formativa ed agonistica. Nel dettaglio il primo bilancio del 2017.
GLI EVENTI SUL RING Al 47° anno di attività, la Quero-Chiloiro ancora una volta non si risparmia nella chance offerta ai suoi allievi di combattere. Riunioni dilettantistiche di alto livello, competitive, “con l’obiettivo della crescita, fisica, spirituale e formativa” evidenzia il “padre” della palestra di via Emilia, il Maestro benemerito Vincenzo Quero. Lui sempre presente alle corde del ring dove cresce a nidiata dei talenti scoperti. Queste le tredici riunioni organizzate sinora nel 2017: Torneo Regionale PB Cup School Boys Junior e Youth a Brindisi; Quinto Galà Città dei Due Mari a Taranto; I Trofeo Città di Palagianello; I° Trofeo Masseria Ruina a Faggiano; XV Trofeo dell’Amicizia a Brindisi; I° Trofeo San Giovanni a Sava; XVI Trofeo Città di Taranto con la sfida tra le prime due società d’Italia Canavesana e Quero-Chiloiro (vincitrice); IV° Boxe Sotto le Stelle a Castellaneta Marina e IV Trofeo delle Dune a Campomarino. Ventisei le trasferte sinora disputate, che hanno toccato Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.
AZZURRO E TITOLI Da evidenziare, a livello individuale, le convocazioni in azzurro di questi atleti della Quero-Chiloiro: Francesco Magrì nella Nazionale maggiore Elite; Giovanni Rossetti nella divisione “Youth” con cui ha disputato un match internazionale a Nancy contro la Francia; Vitalba Clemente e Silvia Bonucci nella Nazionale femminile “Elite”. Con i suoi atleti la Quero-Chiloiro ha sinora prodotto una mole di risultati, quantificata in 224 match disputati, con 125 vittorie, 24 pari e 75 sconfitte. Il titolo più importante è stato conquistato nel “Guanto d’Oro” da Francesco Magrì nella categoria “69 chilogrammi” a Rossano Calabro. Sempre nel “Guanto d’Oro” c’è stata la partecipazione di Vitalba Tanzarella uscita ai quarti di finale. Si rammentano l’argento ed il bronzo al Torneo nazionale femminile Youth rispettivamente conquistati da Silvia Bonucci e Caterina Matarrese. A livello regionale si citano: i tre ori ed il bronzo al Torneo Senior di Davide Ricci, Pasquale Dicuonzo, Daniele Milan e Celestino Salvatore; alla PB Cup Junior e Youth l’oro di Domenico Maffei, l’argento di Elio D’Alconzo ed i due bronzi di Giovanni Rossetti e Andrea Ottomano; un oro e 4 argenti al Torneo Esordienti Junior e Youth, rispettivamente con Felice Pelonzi, Antony Pernisco, Francesco Brandi, Marcello Sticchi e Michelangelo Gallo.
OBIETTIVO CAMPIONATI ITALIANI L’attività agonistica della Quero-Chiloiro proseguirà a settembre. Previste nuove riunioni casalinghe che lanceranno gli atleti nella preparazione per i possibili campionati italiani Junior, Youth ed Assoluti Elite, per partecipare ai quali sarà fondamentale passare la “vita” regionale.
IL LAVORO DIETRO LE QUINTE Dietro la mole di risultati conquistata sinora anche in questa stagione c’è la sinergia della Quero-Chiloiro con le società Pugilistica Taranto, Pugilistica Castellano Mottola ed Accademia Pugilistica Panettieri. Una “rete” di condivisione sportiva che conta su più presidi “formativi” nel territorio regionale. Prezioso, per la crescita degli atleti, il lavoro quotidiano dello staff tecnico, guidato da quel catalizzatore di entusiasmo che è la cintura italiana dei “Leggeri” Vincenzo Quero, ora maestro benemerito. Nel suo solco il lavoro dei suoi figli Cosimo e Cataldo Quero, che formano l’equipe tecnica con Salvatore Versace, Antonio Versace, Cosimo Inerte, Giovanni Carrino, Cataldo Rapetti, Giuseppe Magaletti, Donato Bonfrate. Aspiranti tecnici sono Alessio Benefico, Giuseppe Fico, Leo Marinelli, Mario Arenga, Pietro Sanzone e Premio Capriulo. I collaboratori tecnici Davide Di Candia, Carmelo Capurso, Vincenzo Clemente. Attorno alla società presieduta da Maria Lecci si muove una rete di collaboratori tra i quali il presidente della “gemellata” Pugilistica Taranto Michele Vestito.