09
Dom, Dic

La grande attesa

La grande attesa

Boxe

La scuderia Quero-Chiloiro attende una sua "corona" da 29 anni. Le speranze sono riposte su Marco Boezio. Il prossimo 22 settembre, al Foro Italico, il pugliese gareggerà per il titolo italiano

Il 22 settembre al Foro Italico nello stadio Nicola Pietrangeli, il boxeur pugliese Marco Boezio darà l’assalto al titolo italiano dei pesi Medi. Il ventiseienne atleta della scuderia Quero-Chiloiro Taranto sfiderà il campione in carica Mirko Geografo che l’11 maggio scorso ha strappato il titolo al veterano Domenico Spada. Quello in programma a Roma si attende come un match vibrante tra due atleti talentuosi, con Geografo (11 vittorie, un pari ed una sconfitta da Pro) stimolato dalla difesa della sua fresca cintura tricolore e con Boezio (6 vittorie, 1 pari e due sconfitte) spinto dalla sua fame di professionista a caccia della vetta. Marco Boezio costituisce un caso virtuoso della boxe italiana, vista la sua celere maturazione da professionista: nelle sole due ultime stagioni – quelle in cui è entrato a regime sul ring col precedente fermo per ragioni di lavoro – è riuscito a guadagnarsi, attraverso i match vinti su avversari di buon livello, l'assalto al titolo italiano. E prima del suo ingresso nell'olimpo professionistico, il “Medio” aveva messo in pratica una “anonima” vita da dilettante, caratterizzata da 14 successi su appena ventinove match disputati tra il 2010 e 2015. Questo exploit repentino da “Pro” lo si deve attribuire sia al talento ed alla grinta agonistica dell'atleta pugliese che all'assennata formazione di cui ha goduto e gode ancora nella palestra Quero-Chiloiro. La società tarantina attende un nuovo suo titolato italiano dal 1989, quando l'allora “Super Piuma” Claudio Nitti sconfisse Salvatore Curcetti. “Sull'affermazione di Boezio siamo ottimisti – commentano i suoi tecnici Cataldo Quero e Nicola Loiacono – perché sta lavorando con dedizione ed entusiasmo ad un match così prestigioso. Marco è un allievo volenteroso e resistente alla sofferenza. In questo senso l'impatto con la distanza di dieci riprese non dovrebbe essere per lui traumatizzante. Pensiamo con positività circa questo incontro importante, che lo vedrà opposto ad un avversario di valore”. Boezio si presenterà nello storico appuntamento dell’assalto al titolo dei Medi con un bigliettino da visita pesante, caratterizzato dai tre successi consecutivi ottenuti tra 2017 e 2018 rispettivamente contro Constantin Pancrat, Alex Pippi ed Ignazio Crivello.
La sfida Boezio-Geografo fa parte dell’evento capitolino targato Buccioni Boxing Team, che avrà come clou ilTitolo del Mediterraneo Wbc dei Pesi Superwelter che vedrà protagonista il già campione italiano Vincenzo Bevilacqua (13-0-0) con il francese Gregory Trenel (9-3-2). “Sto lavorando alacremente per questo appuntamento che per me è prestigioso – commenta l’atleta Boezio – seguito dai miei maestri Nicola Loiacono e Cataldo Quero. L’emozione è forte, assieme agli stimoli grandi che giorno dopo giorno fanno lievitare il mio desiderio di vincere. Questa sfida è l’occasione per farmi conoscere a livello nazionale”. L’evento internazionale di Roma prevede il primo gong dalle ore 20 con una serie di incontri che avranno il loro apice con il Titolo del Mediterraneo. E’ possibile acquistare i biglietti attraverso la vendita on line sul circuito