PSR Puglia, Pentassuglia: “Plauso alla Puglia per inversione di tendenza"

PSR Puglia, Pentassuglia: “Plauso alla Puglia per inversione di tendenza"

I rappresentanti della Commissione Europea hanno sottolineato l’impegno della Regione nel superare il rischi di disimpegno al 2021 pari a 196 milioni di euro e poi ridotto di un quarto

 

La Puglia ha registrato un’accelerata significativa nell'utilizzo delle risorse del Programma di Sviluppo Rurale. Il 2021 è stato un anno di forte ripresa così come hanno riconosciuto ampiamente i Servizi tecnici della DG Agri della Commissione europea in occasione del Comitato di sorveglianza che si è riunito questa mattina a Polignano a Mare.
Si tratta dell'incontro annuale con i Servizi della Commissione Europea e i referenti del partenariato socio economico regionale, che valuta l'efficienza e la qualità dell'esecuzione degli interventi comunitari.
I rappresentanti della Commissione Europea, Andrea Incarnati e Ingrid Brownrigg, hanno sottolineato, insieme al rappresentante di Agea, Federico Steidl, l'impegno messo in campo dalla struttura regionale del Psr Puglia nel superare il rischio di disimpegno al 2021 pari a 196 milioni di euro e, invece, poi ridotto di un quarto.
"Il Comitato di Sorveglianza oggi, - ha ricordato l'assessore regionale all'Agricoltura, Donato Pentassuglia - ha fatto un plauso alla Puglia per l'inversione di tendenza, che sta nei fatti, dal 2021 ad oggi. Abbiamo lavorato, come struttura regionale, alacremente, fianco a fianco con il partenariato con il quale abbiamo condiviso azioni e strategie. Ed è per questo che colgo l'occasione per ringraziare ogni singola organizzazione.
Rispetto ai 156 milioni di euro del pregresso, frutto di deroghe, noi abbiamo speso l'intera somma. Restano 15 milioni, per il periodo 2017-2018, che sono oggi oggetto di trattativa. - Conclude l’assessore Regionale all’agricoltura - Il Comitato di Sorveglianza ha apprezzato questa impostazione e ci auguriamo che arrivi ulteriore personale affinché il grande sforzo non sia di poche persone come è successo per il 2021. Anche perché per il 2022 bisogna garantire la stessa spesa, pari a 214 milioni di euro, insieme all'utilizzo delle maggiori risorse da spendere, rinvenienti dal Next Generation EU e dalla transizione, e questo sarà oggetto di pianificazione e programmazione."
Donato Pentassuglia incontrerà nei prossimi giorni il partenariato per coordinare tutte le attività necessarie per continuare il miglioramento della spesa del Psr Puglia.