Evade dai domiciliari per il funerale del boss, arrestato 59enne

Evade dai domiciliari per il funerale del boss, arrestato 59enne

Il pregiudicato, senza nessuna autorizzazione, era uscito di casa per recarsi al cimitero alle esequie del noto boss mafioso Riccardo Modeo

 

Il personale della Squadra Mobile ha eseguito un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dalla Corte d’Appello di Lecce nei confronti di un pregiudicato tarantino di 59 anni, attualmente in regime degli arresti domiciliari, per il reato di evasione.

Lo scorso 16 marzo, il 59enne, incurante delle restrizioni imposte dalla sua misura detentiva e senza nessuna preventiva autorizzazione, ha ben pensato di uscire alle 8,30 del mattino dalla sua residenza nel Quartiere Paolo Sesto e di recarsi a bordo di un ciclomotore al cimitero comunale in occasione del funerale, in forma strettamente privata, del noto pregiudicato Riccardo Modeo.

Il 59enne è risultato assente sia al primo controllo di polizia effettuato intorno alle 8,30 che al successivo di circa un’ora dopo. In conseguenza della sua condotta, l’Autorità Giudiziaria ha ritenuto opportuno sostituire la misura cautelativa degli arresti domiciliari con quella della detenzione in carcere. Il 59enne è stato, pertanto, rintracciato e, dopo le formalità di rito, accompagnato presso la locale Casa Circondariale di Taranto.