Morto a 93 anni Piero Angela: ''E' stata un'avventura straordinaria''

Morto a 93 anni Piero Angela: ''E' stata un'avventura straordinaria''

A darne l'annuncio sui social il figlio Alberto Angela: ''Buon viaggio papà''

 

È morto all'età di 93 anni Piero Angela, giornalista, divulgatore scientifico, conduttore televisivo e saggista italiano.

A darne l'annuncio sui social il figlio Alberto Angela, che ha postato una foto del padre corredata dal commento "Buon viaggio papà".

Torinese di nascita, Piero Angela ha dedicato la vita alla passione per la divulgazione scientifica, conciliando l'attività giornalistica con l'ideazione di trasmissioni televisive di grande successo, come Quark, nata negli anni '80 e destinata proprio alla diffusione di una cultura di tipo scientifico nelle case degli italiani.

Autore di numerosi saggi, nel 2004 è stato insignito del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana e nel 2021 del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Tra le sue celebri frasi, in cui racchiudeva quello che era stato il motore della sua lunghissima e proficua attività lavorativa quella in cui affermava che "Le risposte sono sempre limitate, provvisorie, insoddisfacenti. Le domande invece sono il vero motore dell'attività mentale: un uomo che non si pone domande, o che si contenta delle risposte, non va molto lontano".

Pochi giorni fa il celebre divulgatore aveva diffuso sul sito ufficiale della trasmissione SuperQuark questo messaggio di congedo dal suo amato pubblico: "Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana.
Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano.
Malgrado una lunga malattia, sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia.
È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati.
A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato.
Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese.
Un grande abbraccio
Piero Angela".

Ph credits: Ansa.it