Resistenza e violenza a pubblico ufficiale, due gli arresti

Resistenza e violenza a pubblico ufficiale, due gli arresti

Operazioni distinte dei Carabinieri, a Leporano e a Taranto. A finire in carcere un 18enne di Leporano e un 27enne del Gambia residente a Taranto. In entrambi i casi ammanettarli è stato parecchio difficoltoso

 

I Carabinieri della Compagnia di Taranto hanno arrestato, in distinte occasioni, due soggetti resisi responsabili dei reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Nel primo caso i Carabinieri della Sezione Radiomobile sono intervenuti a Leporano al fine di sedare una violenta lite in famiglia scaturita per futili motivi tra una coppia di tarantini e il loro figlio 18enne. Il ragazzo, dopo aver minacciato e picchiato i genitori, facendo uso anche ad una palla da biliardo avvolta in una calza, ha aggredito i militari intervenuti che sono riusciti a bloccarlo solo a fatica.

Nel secondo episodio invece, i militari delle Stazioni Taranto Principale e Talsano sono intervenuti in via Amalfi in soccorso di una donna originaria della Nigeria minacciata da un suo conoscente, un 27enne originario del Gambia. Anche in questo caso il giovane, ha aggredito i militari accorsi per soccorrere la donna, brandendo un lungo coltello a serramanico. Prontamente disarmato è stato quindi bloccato ed arrestato.

In entrambi i casi gli arrestati sono stati accompagnati in carcere.