Taranto, ripresa delle lezioni in presenza: vertice sul trasporto pubblico locale

Taranto, ripresa delle lezioni in presenza: vertice sul trasporto pubblico locale

 

L’incontro questa mattina tra Prefettura, amministrazione Melucci e forze dell'ordine

Convocato dal Prefetto di Taranto Demetrio Martino, si è tenuto questa mattina in videoconferenza un nuovo incontro esecutivo del tavolo provinciale per coordinare le attività necessarie per la ripresa delle lezioni in presenza delle scuole.

Grazie agli incontri, iniziati il 5 dicembre scorso, è stato elaborato un piano operativo in grado di armonizzare le esigenze della scuola con l'offerta di traporto pubblico locale. L'obiettivo, infatti, è evitare assembramenti nei pressi delle scuole, nonché alle fermate e sugli autobus: in base alla normativa attuale gli autobus del trasporto pubblico locale devono rispettare il limite del 50% della capienza massima indicata sul libretto di circolazione.

Oltre al Prefetto, hanno partecipato all'incontro odierno i rappresentanti delle istituzioni scolastiche, delle forze dell'ordine, del CTP, di Ferrovie del Sud Est, oltre una folta delegazione del Comune di Taranto (l'assessore alle Società Partecipate Paolo Castronovi, l'assessore alla Polizia Locale Gianni Cataldino, l'assessore alla Pubblica Istruzione Deborah Cinquepalmi, il presidente di Kyma Mobilità Giorgia Gira e il comandante della Polizia Locale Michele Matichecchia) che dovrà gestire, in entrata e in uscita dalla città, i flussi degli studenti provenienti dai comuni della provincia, nonché quelli delle periferie e dalle borgate.

“Già da dicembre è stato redatto il piano operativo per il ritorno in classe degli studenti – ha commentato nell'occasione l'assessore Castronovi – e il Comune di Taranto è pronto a fare la sua parte, sia con la Polizia Locale e gli ausiliari di Kyma Mobilità, per controllare che alle fermate non si creino assembramenti e che tutti indossino la mascherina, sia con gli autobus di Kyma Mobilità che gestiranno senza problemi i diversi flussi degli studenti, rispettando il limite del 50% sui mezzi. Anche per fronteggiare al meglio questa esigenza, recentemente Kyma Mobilità ha assunto a tempo determinato 30 nuovi autisti”.