Ex Ilva, slitta al 23 giugno l'incontro al Mise

Ex Ilva, slitta al 23 giugno l'incontro al Mise

Grande attesa per l'incontro tra sindacati, azienda, Regioni in cui hanno sede gli stabilimento e ministero del Lavoro

 

Viene posticipato di un giorno il tanto atteso incontro per discutere dell'ex Ilva presso il Ministero dello Sviluppo economico, previsto inizialmente per domani. 

Si terrà, quindi, alle ore 14 del 23 giugno e sarà presieduto dal ministro Giancarlo Giorgetti. 

Alla riunione parteciperanno i sindacati, i rappresentanti di Acciaierie d'Italia, il ministero del Lavoro e le Regioni in cui si trovano gli stabilimenti siderurgici.

Al centro del dibattito ci sarà il nuovo piano industriale dell'azienda; tanti i nodi da sciogliere, dalla questione dell'aumento di produzione al livello occupazionale, dalle difficoltà delle aziende  dell'indotto al risanamento ambientale, fino alla manutenzione degli impianti. 

"Vogliamo che quegli incontri siano decisivi - aveva dichiarato Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, a margine della riunione di coordinamento dei delegati di tutti gli stabilimenti di Acciaierie d'Italia che si è svolta nella mattinata del 15 giugno a Taranto. "Bisogna partire dai problemi reali: come ritengono di trattare i 5mila lavoratori che attualmente sono in cassa integrazione, come vogliono affrontare il sistema degli appalti, come vogliono fare in modo che ci sia il risanamento ambientale e contestualmente la ripresa produttiva". 

 

Il segretario nazionale Uilm aveva aggiunto che "se durante l'incontro al Mise, non sarà affrontato questo confronto con le dovute responsabilità l'intero gruppo arriverà alla mobilitazione".