'CON Emiliano' e 'Per la Puglia' chiedono al Pd un tavolo della coalizione

'CON Emiliano' e 'Per la Puglia' chiedono al Pd un tavolo della coalizione

Alessandro Delli Noci e Sebastiano Leo: ''Per battere le destre, che irresponsabilmente hanno fatto cadere il governo Draghi, si vince se si resta uniti e se si coinvolgono i territori''

 


Si è tenuta presso Villa Romanazzi Carducci la conferenza stampa dei gruppi civici 'CON Emiliano' e 'Per la Puglia', a cui hanno preso parte per il movimento civico CON Alessandro Delli Noci, Gianfranco Lopane, Giuseppe Tupputi, Stefano Lacatena, Alessandro Leoci, e per il gruppo 'Per la Puglia' Sebastiano Leo, Saverio Tammacco e Mauro Vizzino.

Al centro, la necessità di rafforzare la coalizione di centrosinistra in vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre e di istituire un tavolo della coalizione in cui il civismo organizzato possa esprimere il proprio protagonismo.

"Perché si rafforzino le forze di centrosinistra - ha dichiarato Alessandro Delli Noci - e perché si governi il Paese lasciato nell'impasse con la caduta del governo Draghi, è indispensabile rafforzare la coalizione e dare dignità al civismo organizzato, che non è solo portatore di consensi ma che è espressione di valori progressisti e di idee. Per questa ragione, chiediamo al Partito Democratico un tavolo della coalizione che definisca la traiettoria da seguire e che sia rappresentativo dei territori, dei loro bisogni e delle loro potenzialità e vocazioni.

Delli Noci ha spiegato che il cosiddetto "campo largo" non deve essere solo riferito a scelte politiche nazionali, ma deve essere espressione dei valori comuni e delle scelte che saremo chiamati a fare per il bene collettivo.

"Vogliamo affiancare il PD - ha concluso - con uno spazio politico autonomo che esprime sensibilità e competenze degne di essere riconosciute perché inglobate in un'organizzazione politica già attiva sui territori e spesso al governo degli stessi".

Sebastiano Leo ha affermato che le liste civiche hanno dimostrato "di essere una forza trainante. Oggi è il momento delle scelte e quella forza deve esprimere la sua opinione anche rispetto alle liste bloccate, perché ne ha pieno diritto. Il modello Puglia ha visto la congiunzione di partiti e civiche in un programma preciso che ha portato importanti risultati anche in questo secondo mandato del presidente Emiliano. Quel modello, che ha dato forza alla nostra Regione, può e deve essere esportato per dare maggiore autorevolezza e sicurezza a chi rappresenterà le diverse realtà pugliesi".

Leo ha ribadito che le civiche in Puglia sono una presenza importante, che vuole fare sentire il suo peso "non per una dimostrazione di forza ma per creare una sinergia che porti la Puglia più rappresentativa al Governo. Quel peso che ha determinato la vittoria di questa coalizione in Puglia non può limitarsi ora a subire indicazioni ma ha pieno titolo per condividere la linea da seguire".