FdI Taranto: "No allo scippo della Strada Regionale 8”

FdI Taranto: "No allo scippo della Strada Regionale 8”

La manifestazione ha come obiettivo la ricollocazione dei 70 mln di euro in favore dell'opera

 

“No allo scippo della Strada Regionale 8”. Questo lo slogan della manifestazione organizzata dal coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, guidato da Dario Iaia che assieme al Consigliere regionale Renato Perrini, ai dirigenti ed ai sostenitori del partito si recherà sabato alle ore 10 in un punto simbolico del tracciato della Regionale  8 “Talsano – Avetrana” contro il definanziamento dell’opera da parte della  Regione Puglia.

“Il nostro territorio provinciale e nello specifico il versante orientale della Provincia di Taranto, non può più permettersi che la realizzazione di questa importante opera pubblica, della quale si parla da anni e che è stata oggetto diverse variazioni progettuali, sia argomento di campagne elettorali e poi venga puntualmente chiusa in un cassetto. – ha spiegato Iaia -  Per queste ragioni, su iniziativa del consigliere regionale Renato Perrini, nei giorni scorsi, si è svolta a Bari audizione, alla presenza dell’assessore ai trasporti Maurodinoia, la quale ha continuato a ribadire che i fondi saranno rimessi lì dove erano. Noi speriamo che ciò avvenga effettivamente. Non è più tollerabile assistere alla solita logica – aggiunge - secondo la quale in tutte le altre zone della nostra Regione le infrastrutture vengono finanziate e realizzate ed in più a Bari si investono milioni di euro in una struttura ospedaliera d’emergenza e costata tre volte le previsioni, mentre per far fronte all’emergenza sanitaria si metta mani ai soldi stanziati per la strada Regionale 8 con la illusoria promessa restituirli”.

La richiesta della ricollocazione dei 70 milioni di euro distratti su altri capitoli di spesa. “Troppo spesso, negli ultimi anni, abbiamo ascoltato parole di solidarietà nei confronti di Taranto e dei suoi cittadini, senza vedere alcun fatto concreto. – ha aggiunto Perrini - Se è vero, come affermato più volte dal Presidente Emiliano e dai suoi uomini, il “dossier Taranto” è di primaria importanza, quale migliore occasione di questa per dimostrarlo?”