Prisma Taranto: 3-1 contro Lagonegro

Prisma Taranto: 3-1 contro Lagonegro

 Vittoria e terzo posto in classifica per la formazione rossblu che si aggiudica il match di Marsicovetere

 

La Prisma Taranto chiude, col botto, il 2020: nell’11^ giornata di campionato, la formazione rossoblù si aggiudica il match di Marsicovetere contro la Rinascita Lagonegro per 1-3 (23-25, 24-26, 27-25, 25-27), conquistando la 3^ posizione della classifica, a 20 punti.

Una partita difficile e combattuta, dal primo all’ultimo punto: il tecnico Di Pinto si affida allo stesso sestetto delle ultime uscite confermando Cottarelli al posto di Coscione in cabina di regia. Parte dalla panchina, invece, il neo arrivato Cominetti.

La squadra lucana – che non ha mai vinto tra le mura amiche – prova subito ad impensierire gli ionici in avvio di match (4-2): Taranto, però, riesce ad invertire la situazione e portarsi temporaneamente in vantaggio (6-8) nelle prime fasi del set. Le squadre combattono con grinta su ogni pallone, con Taranto che sembra subire alcuni attacchi di Lagonegro: Di Pinto sfrutta le qualità difensive di Hoffer per migliorare la ricezione al posto di un sofferente Gironi. Gli ionici, con Cottarelli, accelerano il ritmo e l’intensità delle giocate, piombano sul +2 (20-22) e riescono a chiudere il set (23-25).

Regna l’equilibrio anche nel secondo set: parte meglio la squadra ospite che subisce, però, il ritorno degli uomini di Tubertini (11-8). Galvanizzati dagli attacchi vincenti, Lagonegro riesce ad aumentare il vantaggio a 5 lunghezze (17-12): Di Pinto preferisce dare maggior imprevedibilità agli attacchi e sostituisce Cottarelli con Coscione. Una scelta che porta i suoi frutti: Taranto rientra in partita e sorpassa i padroni di casa col muro di Alletti e due ace consecutivi di Gironi. I lucani non mollano ma, ai vantaggi, la spunta la Prisma (24-26).

Un break di 4-7 permette a Taranto di partire bene nel terzo set prima di subire la reazione di Lagonegro: punto dopo punto, le due formazioni si danno battaglia e mostrano, a sprazzi, delle buone trame di gioco. Spadavecchia e Scuffia, però, riescono a trascinare Lagonegro alla vittoria del set (27-25).

Nel quarto set, Lagonegro prova a piazzare il colpo decisivo per allungare il match: dopo una situazione di stallo, i lucani riescono a portarsi sul 18-14. Di Pinto fa rifiatare Padura Diaz inserendo Persoglia; due punti di Fiore riportano Taranto col fiato sul collo dei padroni di casa ma Scuffia riesce a incrementare, nuovamente, il gap (22-18). La reazione della Prisma è di classe: pareggia i conti col muro di Presta (24-24) e, dopo essersi fatta annullare il primo match-point, chiude i giochi con l’attacco vincente di Fiore.

RINASCITA VOLLEY LAGONEGRO – PRISMA TARANTO 0-3 (23-25, 24-26, 27-25, 25-27)

RINASCITA VOLLEY LAGONEGRO: Mazzone 19, Spadavecchia 11, Battaglia 0, Marretta 4, Santucci 0, Maccarone 1, Russo (L) 0, Molinari 3, Tiurin 0, Scuffia 24, Bellucci 0, Salsi 4. All.: Tubertini.

PRISMA TARANTO: Fiore 10, Coscione 3, Alletti 13, Cottarelli 2, Presta 1, Padura Diaz 18, Di Felice ne, Gironi 19, Goi (L) 0, Persoglia 0, Hoffer 0, Cascio ne, Di Martino 5. All.: Di Pinto.

ARBITRI: Autuori – Vecchione.

NOTE: Durata set 28’, 31, 33’, 29’.