Taranto, a Gravina per riprendere la marcia

Taranto, a Gravina per riprendere la marcia

Vigilia di campionato per i rossoblu che dopo il turno di stop imposto dallo slittamento della ripresa delle attività agonistiche lavora in vista della difficile gara di Gravina

 

Vigilia di campionato per il Taranto che dopo il turno di stop imposto dallo slittamento della ripresa delle attività agonistiche, lavora in vista della difficile gara di Gravina. Banco di prova importante quello che attende gli uomini di Laterza che dovranno affrontare un avversario che brama riscatto, su un campo da sempre ostico ai colori rossoblu.

Il tecnico vuole assolutamente dar seguito alle positive prove sciorinate contro Brindisi e Casarano, provando sin da subito a colmare il gap che separa gli jonici dalla vetta della graduatoria, oggi distante cinque punti, ed occupata dalla rivelazione Sorrento. Nonostante in casa Taranto impazzino le vicissitudini legate al mercato, Laterza predica calma e prova ad isolare i suoi, in attesa che il diesse Montervino completi l’opera di restyling del roster tarantino. Nessun dubbio su quale sia il reparto che necessita di maggiori aggiustamenti, l’attacco infatti dopo la partenza di Stracqualursi e l’arrivo di Guido Ezequiel Abayian dal Sant’Agata, pare ancora numericamente risicato per un campionato di vertice, per questa ragione il dirigente tarantino sta battendo diverse piste ma il duello pare essersi ridotto a due soli nomi: Iadaresta e Cannavò.

Nel frattempo il tecnico ex Fasano fa la conta dei disponibili e con ogni probabilità per la trasferta barese pare intenzionato a scegliere un 433 con la variante tattica del “vero nueve” (quantomeno per fisico e caratteristiche tecnico/tattiche) , con l’inserimento di Abayan al centro dell’attacco.

Tra i pali nessun dubbio con Sposito titolare, linea a quattro con il rientrante Ferrara sulla corsia mancina, Caldore e Guastamacchia al centro e Boccia sull’out di destra. In mediana pare aver convinto l’esperimento Matute – Diaby – Marsili con Falcone, Abayan e Guaita in avanti.

Dirigerà la contesa il sig. Geremia Vincenzo De Capua di Nola coadiuvato dagli assistenti Antonio Portella di Frattamaggiore e Stefano Vito Martinelli di Potenza. Calcio d’inizio alle ore 14.30.